RECENSIONE: “IRRESISTIBILE” DI NATASHA MADISON (SERIE SOMETHING SO #3)

irresistibile-card-reviewles

TITOLO: IRRESISTIBILE

AUTORE: NATASHA MADISON

SERIE: SOMETHING SO #3

EDITORE: QUIXOTE EDIZIONI

GENERE: SPORT ROMANCE

PUBBLICAZIONE: 10 GENNAIO 2020

Trama

Max Horton
Mi considerano un reietto, come se fosse una brutta cosa.
Un coglione, come risultato di una pessima educazione. Non mi interessa di niente tranne che me stesso e della mia sorella minore.
Proteggerò sempre ciò che è mio.
A distanza di un anno dal mio contratto di hockey, mi sto comportando bene e tengo gli occhi puntati sull’obiettivo.
Uno scontro con lei, e la mia vita cambia del tutto.

Allison Grant
Non innamorarti mai di un campione. È quello che diceva sempre il mio patrigno, sostenendo che gli atleti sono complicati e lunatici: più alto è il loro compenso, più bassa è la loro morale.
Da addetta alle pubbliche relazioni per i New York Stinger, so esattamente cosa significhi, ma non riesco a dire di no a un’amicizia con un uomo bello e danneggiato.
Quello che è iniziato come odio si è trasformato in qualcos’altro.
Abbiamo cercato di stare lontani, di mantenere le distanze, ma l’attrazione era troppo forte.
Qualcosa di proibito si è trasformato in qualcosa di troppo irresistibile.

Recensione

Care Dreamers, inutile negarlo: io amo Natasha Madison! Non pensavo potesse far meglio che con Lui è perfetto per me e invece eccomi qui a decantare le lodi di Irresistibile, nuovo capitolo della sua serie Something so.

Con questo libro la Madison mi ha letteralmente conquistata, c’è tutto: sentimento, azione, dramma, divertimento. Persino le parti hot sono ben dosate e complementari alla storia, descritte quel tanto che basta per rendere palpabile l’attrazione tra i due protagonisti e amplificare la nascita della loro storia anche sul piano fisico.

«Sorridi, Mad Max,» dico, e lui mi fa un sorrisetto minaccioso. Mi volto e lo guardo, e quando finalmente sorride, riesco a catturare il momento. «Wow, ti ha fatto male la faccia? Hai sorriso. Attento che ti si potrebbe spaccare.» «Davvero divertente.»

Si sente il mio entusiasmo vero?

Bè impossibile non esserlo quando il protagonista è il bad boy del precedente capitolo sul quale non avresti mai scommesso e che invece ti sorprende con la delicatezza dei suoi gesti. E già, sto parlando proprio di Max Horton, e i suoi gesti non sono davvero delicati visto che mantiene il suo atteggiamento brusco, sfrontato e rozzo, ma tutto questo serve a nascondere le buone intenzioni che lo muovono. E dunque, la Madison riesce nella difficile impresa di trasformare un ragazzo rancoroso e scapestrato in un uomo dal cuore d’oro che non ama stare al centro dell’attenzione e che non esita a rischiare la sua immagine pur di difendere chi ama.

«Sì, così mi hanno detto. Ora lasciami fare qualcosa di carino portandoti a casa.» Incrocio le mani sul petto. «Non riconosceresti una cosa carina neanche se ti mordesse il tuo cazzo di culo e trascinasse in giro,» aggiungo, e lui ride. «Probabilmente hai ragione, ma sembra che ti debba delle scuse.»

E in chi si imbatte Max? (Mai termine fu più azzeccato!) Nella nuova PR dei New York Stingers alias Allison Grant alias La sorella del suo rivale Matthew.

Tra i due sono scintille fin da subito, nel senso che Aly fa di tutto per tenere lontano Max non essendo benvisto dalla sua famiglia; ma quelle scintille ben presto si trasformano in fuochi d’artificio che nessuno dei due riesce a ignorare.

“Ansimando, la guardo appoggiata allo stipite mentre lei alza lo sguardo su di me ed è lì: lo sguardo che stavo aspettando di vedere, che speravo di vedere, e che mi fa capire di non essere l’unico a provare tutto questo.”

E voi direte, la solita storia, ma vi assicuro che non è così: il modo in cui l’autrice la sviluppa e la racconta penetra piano piano sottopelle esattamente come succede ad Aly e Max e quando meno ve lo aspettate vi ritrovate innamorati anche voi!

Amo molto anche le parti in cui entra in scena l’intera famiglia Grant (praticamente sempre!), ammetto che possa risultare eccessivo questo stare sempre insieme, ma la scelta caratteriale fatta dall’autrice crea dei momenti paradossali e divertenti che movimentano il racconto.

Credo, inoltre, che il libro sia equilibrato in ogni sua parte: la Madison non eccede mai nelle descrizioni, né delle parti sportive né di quelle hot, per cui il libro risulta piacevolmente scorrevole. Persino l’epilogo diventa la ciliegina sulla torta di una storia che arriva al cuore e lo fa palpitare.

Insomma, io questo libro lo aspettavo con ansia perché nel precedente si capiva che la protagonista sarebbe stata Allison, una ragazza seria, determinata e molto in gamba, con tanta grinta da tenere testa al fratello e al padre, ma non immaginavo chi sarebbe stato il suo compagno!

«Okay, solo perché tu lo sappia , mi piaci davvero,» gli dico. «È una buona cosa perché mi piaci davvero anche tu.»

Adesso che è finito, però, ricomincia l’attesa per il prossimo capitolo perché sono certa che, così come non mi ha deluso Irresistibile, nemmeno il prossimo lo farà.

VOTO:

5

SENSUALITA’:

3emezzo

VOTO MAX:

corona5

VOTO ALLISON:

5

RECENSIONE A CURA DI:

Queen2

EDITING A CURA DI:

Candy2

REVIEW PARTY: “EFFETTO MATRIMONIO” DI KARLA SORENSEN (SERIE WASHINGTON WOLVES #3)

effetto-matrimonio-card-reviewles.jpg

TITOLO: EFFETTO MATRIMONIO

AUTORE: KARLA SORENSEN

SERIE: WASHINGTON WOLVES #3

EDITORE: SELF PUBLISHING

TRADUTTORE: PAOLA CICCARELLI

GENERE: SPORT ROMANCE

PUBBLICAZIONE: 16 DICEMBRE 2019

Trama

Logan Ward non vuole altre donne nella sua vita.
Essendo un giocatore di football e un tutore legale per le sue quattro sorelle minori, non ha tempo per nient’altro. Tuttavia, una di loro è appena finita in ospedale, il che dà a suo fratello l’occasione di cui ha bisogno per provare a togliergli la custodia.
Il consulente legale dice a Logan che c’è solo una cosa che può fare: trovarsi una moglie.
Paige McKinney non sempre riflette sulle cose prima di agire.
Come quando abbandona la sua carriera da modella senza pensare a cosa potrebbe fare dopo. Di sicuro non riflette a fondo quando in ospedale proclama di essere la fidanzata di Logan, semplicemente perché il sexy – seppur scontroso – giocatore di football ha dimenticato il suo cellulare a una festa e la sicurezza non vuole lasciarla passare. Non è colpa sua se quella dichiarazione viene udita dalla peggior persona possibile.
Un accordo viene raggiunto, e un matrimonio finto è la soluzione perfetta. Ma questa semplice soluzione crea un problema completamente nuovo: Logan e Paige non sono così diversi come sembra. Il riluttante sposo ha un fuoco dentro di sé, e la sua impetuosa moglie sta per accendere il fiammifero.

Recensione

“Restare in silenzio non era una novità per me. Ero sempre stato taciturno, il tipo che dava l’esempio coi fatti e non sbraitando ordini, il leone che non aveva mai bisogno di ruggire, figurativamente parlando.”

Sembrerà impossibile, ma a volte l’amore arriva proprio quando ne abbiamo più bisogno, sotto le sembianze della persona che mai avremmo creduto affine alla nostra vita e alla nostra anima. Questo è quello che accade a Logan e Paige, protagonisti di “Effetto Matrimonio”: un istante condiviso, un’occasione fortuita, uno sguardo che vale più di mille parole, e una decisione che sembra da pazzi e che invece si rivelerà una scoppiettante opportunità.

Siamo arrivate alla chiusura, care Dreamers, di questa piacevolissima serie sport romance. Ci apprestiamo a salutare i nostri Washington Wolves, con l’ultimo baluardo di questa squadra: Logan Ward. Nessuno conosce davvero questo uomo, diciamo pure che lui ha sempre tenuto la sua quotidianità fuori dal campo, segretamente custodita. Ha un’ottima ragione Logan per non fidarsi, ha troppo da perdere, e nessuna voglia di scendere a compromessi. Ma quando il destino lo mette davanti al pericolo di dover rinunciare alle sue sorelle, ecco che il nostro guerriero sarà pronto a lottare contro chiunque perché questo non accada. Non sa che avrà al suo fianco la donna che meno gli assomiglia ma che alla lunga sarà l’anello essenziale per tenere unita tutta la famiglia.

“E se pensavo che il sesso avrebbe complicato le cose, mi sbagliavo di grosso. Quello che avrebbe complicato la mia vita più di qualsiasi altra cosa sarebbe stato permetterle di intrufolarsi nell’unico posto dove non mi potevo permettere di farla entrare. Il mio cuore.”

Paige McKinney è una ragazza in fuga da se stessa e dalla monotonia, è rimasta nei paraggi solo per la sua migliore amica. Potrebbe avere una vita da favola, è una donna caparbia in un corpo da favola, quello che le manca è avere un suo posto, un luogo seppur ipotetico dove tornare e dove sentirsi finalmente a casa. Non immagina Paige che una casualità, e una lettera provvidenziale, la porteranno a cambiare la sua vita, ritrovandosi in una casa con un marito sexy come il peccato, che fa di tutto per non sfiorarla, e quattro uragani che non faranno altro che metterla in discussione ad ogni passo, riempiendole il cuore di un affetto di cui non saprà più fare a meno.

“Io ero l’unica che conosceva l’altro lato di lui. Il fuoco che gli ardeva dentro non era smorzato dal modo in cui lo teneva sotto controllo. Anzi, divampava ancora di più quando veniva esposto. Quello che finora gli era mancato era qualcuno che scatenasse una reazione. Io ero l’ossigeno e, come avevo scoperto con immenso piacere e molti muscoli doloranti, insieme bruciavamo l’intera casa.”

Vi dico la verità, quando ho letto la trama di questo libro, avendo adorato anche i primi due, mi sono chiesta cosa si fosse inventata Karla Sorensen per unire due personaggi così distanti come Logan e Paige, non avevano un passato insieme, non si erano mai avvicinati prima, insomma due perfetti sconosciuti, eppure più si va avanti con questa storia e più si scoprono le loro incredibili affinità. Amerete il ruolo di fratello maggiore di Logan così premuroso e zelante con le sue sorelle, riconoscerete il suo essere un testone nel volersi mantenere distante da sua moglie, ed è proprio in questo ruolo che amerete Paige, lei che si butta in quest’avventura con tutta se stessa, che è pronta a tutto pur di non fallire, lei che cercherà di conquistare le sue “cognate”, e allo stesso tempo darà vita a degli spaccati così piccanti e passionali con Logan da renderla davvero adorabile. Impossibile per Logan non cedere a una donna così, la vera sfida sarà consegnarle anche il cuore.

«Non sto facendo nulla del genere, Logan Ward.» Avanzai di un altro passo nella sua direzione, e lui mantenne la sua posizione. «E se continui a fissarmi con quello sguardo sexy perché ti sto facendo incazzare, sarà meglio che ti prepari ad agire di conseguenza.»

Questo libro come vi ho anticipato chiude questa serie, in realtà sono sicurissima che come me saprete leggere tra le righe, una trama che piano piano andrà delineandosi, capitolo dopo capitolo. La bravura della Sorensen è stata quella di tenere il lettore con la mente attenta su più fronti e, credetemi, quello che immaginerete, o meglio la coppia di cui spererete di poter leggere, ARRIVERÀ. E io ne sono già elettrizzatissima.

In conclusione fatemi ringraziare Paola Ciccarelli, perché con il suo eccellente lavoro ci permette di leggere storie che altrimenti non sarebbe possibile conoscere, Effetto Matrimonio è un’altra di queste. Vi lascio alla lettura Dreamers, io per quello che mi riguarda vado a tampinare autrice e traduttrice perché ci diano presto un altro amore tormentato a cui appassionarci.

“L’ultima vita che mi sarei sognata di avere e l’unico posto dove avrei dovuto essere.”

VOTO:

5

SENSUALITA’:

3emezzo

VOTO LOGAN:

corona4,5

VOTO PAIGE:

4,5

RECENSIONE A CURA DI:

Rebirth2

EDITING A CURA DI:

Candy2

RECENSIONE: “NUMBER 9” DI ALESSIA D’AMBROSIO (AFTER MATCH SERIES #2)

number-9-card-reviewles.jpg

TITOLO: NUMBER 9

AUTORE: ALESSIA D’AMBROSIO

SERIE: AFTER MATCH #2

EDITORE: SELF PUBLISHING

GENERE: SPORT ROMANCE 

PUBBLICAZIONE: 06 DICEMBRE 2019 

Trama

“Speravo fosse un ricordo morto e sepolto, rintanato solo nel fondo della mia coscienza, invece, è tornato a galla prepotente e arrogante. Perché è così che succede: gli errori si pagano, ma non c’è modo di saldarne il debito. In questo caso, in senso letterale.”

Il Numero 9 nel rugby è il giocatore con la migliore visione del gioco, quello che tiene il controllo. La mia vita è come una continua partita. Amo l’ordine, avere tutto sott’occhio, mi piace la perfezione. C’è solo una macchia nel mio passato. Speravo che con il tempo fosse finito nel dimenticatoio, ma Jeanine, la mia ex, ha deciso di rovinarmi e di raccontare a tutti quello che ho fatto. E poi c’è lei, Miss Wiler, una giornalista ficcanaso che si è messa in testa di rovinarmi. Se lo può scordare!

Mi chiamo Scott Wilson e, al momento… sono nella merda!

Recensione

Rieccoci Dreamers!

Con Number 9 siamo arrivati al secondo volume della serie sport romance After Match di Alessia D’Ambrosio.

Vi avviso subito; questo libro, i suoi protagonisti, le vicende che li riguardano, sono una vera e propria giostra di emozioni tanto che, sebbene abbia completato la sua lettura diverse ore fa, sono ancora qui, davanti a questo schermo, col cuore in gola. Il mio cuore è stato strappato dal mio petto, fatto in mille pezzettini e poi ricucito e rimesso insieme da Scott ed Elizabeth.

“Ci sono due tipi d’amore: quelli che si creano nel tempo, che nascono piano e si scoprono con naturalezza e quelli che ti scoppiano in faccia all’improvviso, quando meno te lo aspetti. Questo è successo a noi, non cercavamo nulla e abbiamo trovato il mondo.”

Sebbene, come vedete, il voto che ho dato alla storia è uguale a quello che ho assegnato al suo volume precedente, sappiate che l’impronta che l’autrice ha dato alla storia di Scott è molto differente da quella del fratello, pur mantenendo comunque lo stile fresco e diretto che caratterizza l’autrice e che ormai mi ha conquistato.

Sì, è una storia diversa perché non ci racconta solo l’intensa storia d’amore tra i nostri due protagonisti, ma affronta in parallelo temi dolorosi e delicati.

Ma andiamo a noi.

Avendo già letto Number 8 (e se non lo avete fatto fermatevi qui e correte a rimediare) conosciamo già il clan Wilson e adesso, mesi dopo la conclusione del primo volume, tocca proprio a Scott, uno dei gemelli, a farci scoprire la sua storia e a immergerci nella sua vita.

Scott è un uomo pacato, sicuramente il più tranquillo tra i due gemelli, quello perfetto e in qualche modo “per benino”. Si accompagna solo e unicamente a donne altrettanto perfette, eleganti e sofisticate.

La sua vita quasi monotona, fatta di rugby e fugaci incontri, viene improvvisamente sconvolga dal ritorno in scena della sua ex fidanzata, una delle pochissime persone al mondo a conoscenza di un suo segreto, un segreto del passato che se rivelato potrebbe distruggere la sua carriera. Un singolo, isolato errore che potrebbe essere sbattuto su tutti i giornali da Elizabeth, una giornalista sportiva.

Il piano che Scott elabora è semplice; nessuno deve venire a conoscenza del suo passato, di quello che è accaduto e che lo ha segnato, e per riuscire a farlo ha un’unica arma, Elizabeth stessa.

Elizabeth è molto diversa dalle donne a cui lui è abituato; non è di classe, non veste alla moda, non è solo un bellissimo guscio vuoto da sfoggiare.

“Elizabeth è tutto e il contrario di tutto. È l’incoerenza fatta persona. E mi spiazza e mi affascina al tempo stesso.”

Nasconde un mondo dietro i suoi sorrisi, un mondo spaccato in due.

Uno bellissimo fatto di giochi, di risate, di abbracci, di feste a tema… un mondo bellissimo di nome Kassandra, Kassy, sua figlia.

Un altro fatto da una parte più oscura, dolorosa, un luogo dove vive un mostro che muove le fila della sua esistenza e di quella di sua figlia.

La relazione tra Elizabeth e Scott nasce quasi all’improvviso e quasi immediato è anche l’affetto che Scott prova per Kassy. Vedere relazionarsi i tre quasi come una vera e propria famiglia è forse la parte più bella ed emozionante dell’intera storia. Scott è il loro punto di riferimento, ma è lo soprattutto per questa bambina di appena sei anni che, con la sua arguzia e il suo carattere pungente, conquista la scena. Scott improvvisamente capisce che quello che ha sempre pensato di desiderare e amare è nulla in confronto a quello che sta vivendo e costruendo con le sue ragazze. Ma non sarà di certo semplice ottenere la felicità che meritano.

I segreti, da parte di entrambi, sono tanti, difficili da svelare.

Scott ed Elizabeth ne passeranno tante, dovranno affrontare diversi ostacoli, ma voi sarete sempre lì a tifare per loro, starete lì ad incoraggiare Scott e a non arrendersi, pregherete affinché Elizabeth faccia le scelte giuste, ma soprattutto faccia attenzione.

Nonostante gli ostacoli, però, che siano insieme o divisi le emozioni che riescono a trasmetterci ci travolgono, pagina dopo pagina. Ci faranno innamorare di loro, come coppia e come famiglia, ci faranno commuovere i pensieri e i sensi di colpa che dilaniano il nostro protagonista, e soffriremo con loro quando capiremo precisamente cosa ha vissuto e cosa continua a vivere questa coraggiosa mamma per il bene della figlia.

E rimarremo col fiato in sospeso e col cuore in gola quando tutto sembrerà perduto, con le lacrime agli occhi e il cuore impazzito, finché… questo dovrete scoprirlo da sole.

“La felicità è una droga potente, una di quelle che quando ce l’hai in corpo ti dà un quadro distorto della realtà. La felicità è una stronza, che ti frega, facendoti credere che ogni cosa possa essere perfetta, anche quando non lo è. La felicità è un film a lieto fine, bellissimo e intento, ma pur sempre un film.

La vita… è un’altra storia.”

Ad accompagnare i due in questo meraviglioso e difficoltoso viaggio, come vi dicevo, troviamo ancora una volta i fratelli Wilson, e se da una parte sarà meraviglioso vedere come procede la storia di Daniel e Lucy, dall’altra sarà stuzzicante scoprire dei lati più profondi di Tom, il gemello donnaiolo e all’apparenza superficiale, un ragazzo che sono certa sarà la mia rovina (nel senso più meraviglioso del termine).

Quindi, Dreamers, dovete assolutamente recuperare questa meravigliosa serie.

Io ne approfitto per rinnovare i miei complimenti ad Alessia: hai saputo farmi ridere, piangere, arrabbiare, soffrire e un milione di altre sfumature, tutto in un’unica notte. Eh sì, perché se devo trovare una pecca è questa, quando si inizia un libro di Alessia non lo si abbandona se non all’ultima pagina.

VOTO:

5

SENSUALITA’:

4

VOTO SCOTT:

corona5

VOTO ELIZABETH:

5

RECENSIONE A CURA DI:

Miky2

EDITING A CURA DI:

Candy2

REVIEW PARTY: “L’UNICA PER TE” DI GIANNA GABRIELA (SERIE BRAGAN UNIVERSITY #1)

L'UNICA PER TE REVIEW

TITOLO: L’UNICA PER TE

AUTORE: GIANNA GABRIELA 

SERIE: BRAGAN UNIVERSITY #1

EDITORE: QUEEN EDIZIONI

GENERE: NEW ADULT- SPORT ROMANCE

PUBBLICAZIONE: 14 DICEMBRE 2019        

Trama

Mia Collins ha una vita straordinaria. Al liceo era popolare e il college è iniziato alla grande. Tutto sembra perfetto, fino a quando non torna a casa per le vacanze. Basta una notte per mettere in moto il destino, e il mondo di Mia inizia a crollare. Sconvolta dall’aver scoperto che la vita che pensava di conoscere fosse solo una bugia, dopo aver perso la propria famiglia, Mia è costretta a ricominciare. Questa volta, giura di non permettere a nessuno di avvicinarsi di nuovo a lei… Di non farle del male ancora una volta.
Ma la vita ha un modo tutto suo di fare il contrario di quello che si vuole…
Colton Hunter è il capitano e il quarterback della squadra vincente. Con un look da paura e così tanti soldi da non aver bisogno della borsa di studio per il football, si direbbe che non abbia nulla di cui preoccuparsi. Ma dietro la sua facciata impeccabile si nasconde un oscuro segreto, qualcosa che Colton è stato costretto a tenere per sé, spaventato da quello che potrebbe accadere se mai dovesse parlare. Lacerato dall’inganno, Colton allontana chiunque, senza lasciare che qualcuno si avvicini abbastanza da vedere cosa si nasconde dietro la maschera…
Almeno finché una ragazza non incrocia il suo cammino, scuotendolo e costringendolo a capire che non bisogna essere forti sempre

Recensione

L’unica per te è il primo volume di una nuova serie sport romance, la Bragan University, che la Queen Edizioni ha deciso di far conoscere alle lettrici italiane.

Sono stata fino alla fine abbastanza combattuta su come giudicare questo libro perché, ai miei occhi, ha dei pregi ma anche dei difetti, tra cui il fatto che non riesce a tenere alta l’attenzione del lettore in modo costante, o meglio per essere più precisi, la sua prima metà non è all’altezza della seconda, che ho trovato molto più coinvolgente sia per quanto riguarda le emozioni che i protagonisti ci regalano, sia per lo svolgimento vero e proprio della storia.

Il libro ha tutti gli elementi del suo genere: una ragazza trasferita da poco in un nuovo college, una coinquilina migliore amica spumeggiante, un amore nato da una iniziale antipatia. I cliché non mi infastidiscono, credo che alla fine debbano esserci per forza di cose dei punti fissi per rientrare in un certo genere piuttosto che in un altro.

L’elemento che non mi ha convinto totalmente nella sua parte iniziale è la leggerezza di alcuni dialoghi, quasi banali, o la descrizione troppo particolareggiata di situazioni quotidiane che rallentano un pochino il ritmo della lettura. Fortunatamente però, questo sparisce inoltrandosi nella storia, che a un certo punto diventa più coinvolgente, nonostante comunque non ci sia nessun colpo di scena o avvenimento in particolare.

I protagonisti di questa storia sono Mia e Colton, due ragazzi che iniziano col piede sbagliato ma che divengono in breve tempo inseparabili.

Mia è una ragazza che ha sofferto e il suo vissuto ci viene raccontato pian piano durante la lettura. Non ama mettersi al centro dell’attenzione, preferisce vivere nella sua confort – zone rispettando le sue abitudini. Non ha amici, a parte la sua coinquilina, nonostante non sia asociale ma preferisce mantenere un profilo basso e concentrarsi sui suoi studi.

La sua routine viene sconvolta quando inizia a passare sempre più tempo accanto a Colton, il ragazzo più ambito della scuola e lo stesso con cui si ritrova, suo malgrado, a svolgere un lavoro di gruppo per un intero semestre.

Colton, grazie alla loro vicinanza forzata, riesce a farsi conoscere da questa ragazza che lo incuriosisce e lo sconvolge come mai prima. Non ha mai voluto una relazione, il suo obiettivo è il medesimo di Mia, concentrarsi sullo studio e sugli allenamenti, ma improvvisamente le sue priorità cambiano. Avvicinarsi a Mia e rimanerle a fianco è la sua missione, ma farle capire soprattutto, al di là della pessima reputazione che ha con le ragazze, la serietà delle sue intenzioni.

Il loro è il più classico dei colpi di fulmine a cui Mia cerca di resistere, sa bene quanto costi mettere in gioco sentimenti col rischio di venire delusa dalle persone che ami, ma di fronte alla tenacia del nostro implacabile quarterback è difficile non deporre le armi.

Non immaginate però Colton solo come il classico sportivo alla conquista di una ragazza. Su di lui pesa un segreto che potrebbe sconvolgere la vita delle persone a lui più care. Un segreto che però adesso, con Mia accanto, sembra più leggero, meno difficile da confessare.

Insieme non si sentono più come se stessero combattendo delle battaglie invisibili da soli, insieme riescono a trovare il giusto senso al loro presente, insieme sono più forti.

Come vedete gli elementi per un ottimo new adult c’erano tutti, e consiglio comunque la sua lettura alle amanti del genere per un paio di ore di svago, ma qualche piccola accortezza in più avrebbe sicuramente giovato.

Buona lettura e fateci sapere cosa ne pensate.

VOTO:

3emezzo

SENSUALITÀ

2

VOTO COLTON:

corona4

VOTO MIA:

3,5

RECENSIONE A CURA DI:

Miky2

EDITING A CURA DI:

Rebirth2

RECENSIONE: “BRENT” DI S.R. GREY (BOYS OF WINTER SERIES #1)

brent-card-reviewles.jpg

TITOLO: BRENT

AUTORE: S.R. GREY

SERIE: BOYS OF WINTER #1

EDITORE: QUIXOTE EDIZIONI

GENERE: SPORT ROMANCE

PUBBLICAZIONE: 15 NOVEMBRE 2019

Trama

Brent Oliver, superstar dell’hockey, ha proprio tutto: bellezza, carisma, dozzine di contratti pubblicitari e una carriera spettacolare.
Un attimo. Cancellate l’ultima voce.
Brent ha il talento e le abilità necessarie per ottenere un posto nel firmamento dell’hockey. Ma qualcosa non va. Ha perso il suo tocco magico e non riesce più a ritrovarlo.
Ed ecco a voi Aubrey Shelburne, life coach delle star.
Aubrey ha lavorato con diverse celebrità problematiche, ma non ha mai incontrato nessuno come Brent Oliver.
Oppure sì?
A quanto pare, una notte di bagordi e festeggiamenti, che si conclude con il risveglio di Aubrey nel letto di uno sconosciuto sta per presentarle un conto salato, fregandola alla grande. Sempre che non lo faccia prima Brent.
Nel tentativo di tenere a bada un’attrazione senza precedenti, Aubrey e Brent devono imparare a lavorare insieme. Ma non è un’impresa facile quando tra loro la tensione è sempre altissima e sono continuamente ai ferri corti.
Questa relazione è un disastro preannunciato?
O è scritta nel destino?

Recensione

“Non si fida di se stessa quando è da sola in questo modo con me. Beh, siamo pari adesso. Io perdo ufficialmente ogni controllo quando si tratta di lei.”

Il libro di cui vi parlo oggi è “Brent” di SR Grey, primo volume della serie Boys of Winter, pubblicato dalla Quixote Edizioni: care amanti degli sport romance, tenete d’occhio questa serie, perché il ghiaccio sta per diventare bollente, sono arrivati i Las Vegas Wolves.

La storia che andrò a raccontarvi potrà sembrare un cliché: una life coach chiamata per mettere in riga un atleta che ha smarrito momentaneamente la via, che tra battibecchi, ramanzine e attimi condivisi riescono a instaurare un rapporto che li spinge ad andare oltre la professionalità che li ingabbia. In realtà la storia di Brent e Aubrey è molto più semplice e più bella, perché l’amore quando decide di arrivare non guarda in faccia niente e nessuno, figuriamoci se può considerare uno stupido contratto.

“C’è qualcosa tra noi, come una fiamma che provo a spegnere, ma che torna imperterrita ad accendersi e che me la fa desiderare come non ho mai desiderato nessuna prima.”

Brent Oliver è il ragazzo d’oro, un atleta di altissimo livello, il capitano dei Las Vegas Wolves, lui e il ghiaccio sono una cosa sola, fino a quando inspiegabilmente si perde nei meandri della sua popolarità e della sua quotidianità. Il suo rimedio sarà una bellissima ragazza, con degli occhi turchesi indimenticabili. Aubrey è stata assunta perché è la migliore nel suo lavoro, sa come comportarsi davanti a star presuntuose e incasinate, il problema sarà riuscire ad aiutare Brent senza cedere alla voglia di avvicinarsi più di quanto le sia concesso.

“Lo guardo negli occhi, mordendomi le labbra. «Fallo, Aubrey,» sussurra. La sua voce roca mi toglie il fiato. È così vicino, talmente vicino che posso davvero sentire il calore che emana il suo corpo.”

Quando l’attrazione sarà così potente, da non poter essere più ignorata, quando stare insieme solo a chiacchierare farà la differenza, quando la distanza autoimposta diventerà insopportabile, sarà proprio in quel momento che i nostri protagonisti metteranno a nudo le loro anime, concedendosi un’opportunità che dovrà sconfiggere tanti dubbi e tanti incidenti di percorso.

«Brent…» Distoglie gli occhi dai miei quando capisce che mi sto riferendo al loro colore. «Dovremmo chiuderla qui.» «Non voglio andarmene,» mormoro. «E io non voglio che tu te ne vada, ma è proprio per questo che dovresti farlo.»

L’unico neo? Avrei voluto che alcune scene fossero meno veloci, istanti preziosi e intensi sono raccontati senza troppa enfasi, nel complesso “Brent” è un libro che tiene compagnia con il sorriso sulle labbra, che si legge velocemente e che fa da apripista ad una serie che di certo ci piacerà. In attesa che i protagonisti del secondo romanzo di questa serie inizino a farsi strada nella mia mente, con la speranza di poterli conoscere meglio molto presto, vi consiglio assolutamente di dare un’opportunità alla stella del ghiaccio e alla sua preziosa life coach!

Buona lettura Dreamers!

“Io voglio condividere i miei successi con qualcuno che tenga a me veramente e che, al tempo stesso, sia anche in grado di tenere testa a tutte le mie stronzate.”

VOTO:

4

SENSUALITA’:

3emezzo

VOTO BRENT:

corona4

VOTO AUBREY:

3,5

RECENSIONE A CURA DI:

Rebirth2

EDITING A CURA DI:

Candy2

COVER REVEAL: “EFFETTO MATRIMONIO” DI KARLA SORENSEN (SERIE WASHINGTON WOLVES #3)

EFFETTO MATRIMONIO CARD

TITOLO: EFFETTO MATRIMONIO

AUTORE: KARLA SORENSEN

SERIE: WASHINGTON WOLVES #3

EDITORE: SELF PUBLISHING

TRADUTTORE: PAOLA CICCARELLI

GENERE: SPORT ROMANCE

PUBBLICAZIONE: 16 DICEMBRE 2019

AMAZON – GOODREADS

Trama
Logan Ward non vuole altre donne nella sua vita.
Essendo un giocatore di football e un tutore legale per le sue quattro sorelle minori, non ha tempo per nient’altro. Tuttavia, una di loro è appena finita in ospedale, il che dà a suo fratello l’occasione di cui ha bisogno per provare a togliergli la custodia.
Il consulente legale dice a Logan che c’è solo una cosa che può fare: trovarsi una moglie.
Paige McKinney non sempre riflette sulle cose prima di agire.
Come quando abbandona la sua carriera da modella senza pensare a cosa potrebbe fare dopo. Di sicuro non riflette a fondo quando in ospedale proclama di essere la fidanzata di Logan, semplicemente perché il sexy – seppur scontroso – giocatore di football ha dimenticato il suo cellulare a una festa e la sicurezza non vuole lasciarla passare. Non è colpa sua se quella dichiarazione viene udita dalla peggior persona possibile.
Un accordo viene raggiunto, e un matrimonio finto è la soluzione perfetta. Ma questa semplice soluzione crea un problema completamente nuovo: Logan e Paige non sono così diversi come sembra. Il riluttante sposo ha un fuoco dentro di sé, e la sua impetuosa moglie sta per accendere il fiammifero.

Con Effetto Matrimonio, si conclude la serie ad ambientazione sportiva che ha stregato migliaia di lettrici. Un romanzo spumeggiante dove un giocatore sexy e scontroso e un’ex modella sfacciata e irriverente si danno del filo da torcere, dando vita a una storia in cui la tensione sessuale è alle stelle.

EFFETTO BOMBA CARD.jpg

#1

EFFETTO BOMBA

Allie Sutton ha appena ottenuto un nuovo lavoro.
Non uno che vuole, e sicuramente non uno per cui è pronta. Non vedeva suo padre da anni, perciò l’ultima cosa che si aspetta dopo la sua improvvisa morte è ereditare la cosa che l’uomo amava più di ogni altra cosa (o persona): la squadra di football che ha posseduto per vent’anni.
Luke Pierson non vuole un nuovo capo.
Quello che vuole è essere un buon padre per sua figlia e il miglior quarterback possibile per i suoi compagni di squadra. Quello di cui non ha bisogno è una bionda bomba sexy che rovini le possibilità della squadra di vincere un altro campionato. Soprattutto quando quella bomba sexy si rivela essere la sua nuova vicina di casa. La vicina con cui è stato un vero cafone la prima volta che si sono incontrati.
Per il bene della squadra, si trattano in maniera assolutamente professionale. In pubblico, almeno. Nel privato, è tutta un’altra storia. E nessuno dei due può prevedere le conseguenze derivanti dal cedere alla passione che brucia tra di loro.

EFFETTO EX CARD

#2

EFFETTO EX

Il titolo dell’articolo potrebbe recitare così:
Matthew Hawkins, celebre defensive end, torna in campo per giocare con i Washington Wolves.
Il che va benissimo per Ava Baker, poiché ciò rende più facile il suo lavoro come PR della squadra.
Ci sono solo due problemi.
Uno: questo giocatore di football è stato la sua prima cotta.
Due, nonché il più serio: Matthew Hawkins un tempo era fidanzato con sua sorella maggiore.
Sono passati dieci anni dall’ultima volta che Ava ha visto Matthew. Adesso lui è più grande, più attraente e, soprattutto, single.
Nonostante i trascorsi con sua sorella, l’attrazione tra Ava e Matthew non è più tanto unilaterale.
Anzi, è abbastanza infuocata da bruciare l’intera città di Seattle.
Tuttavia, questo articolo è molto più complicato da scrivere. E non soltanto a motivo della stampa o di ciò che questo significa per la sua famiglia. Perché una volta che il suo cuore entra in gioco, è impossibile prevederne il finale.

Biografia

Karla Sorensen è una lettrice accanita da tutta la vita, e le storie a lieto fine sono in assoluto quelle che preferisce. Dato che nel suo bilancio c’è una voce dedicata unicamente ai libri, si è resa conto che sarebbe stato più economico scriversele da sola le storie. Anche se continua ad interessarsi al marketing sanitario, lavoro con cui si guadagnava da vivere prima di avere bambini, adesso trascorre le sue giornate a casa per scrivere e fare la mamma a tempo pieno (che a casa Sorensen si traduce nello stare in pigiama quasi ogni giorno… ma non giudicatela.) Vive nel West Michigan con suo marito, due figli eccezionalmente adorabili e un grosso, peloso cane da salvataggio.

RECENSIONE: “NUMBER 8” DI ALESSIA D’AMBROSIO (SERIE AFTER MATCH #1)

number-8-card-reviewles.jpg

TITOLO: NUMBER 8

AUTORE: ALESSIA D’AMBROSIO

SERIE: AFTER MATCH #1

EDITORE: SELF PUBLISHING

GENERE: SPORT ROMANCE

PUBBLICAZIONE: 12 GIUGNO 2019

Trama

Nel rugby, ogni giocatore ha un numero che definisce il proprio ruolo. Tranne l’otto, lui è semplicemente il Numero 8. Questa è la mia fede, la mia sola religione. Amo il rugby più della mia stessa vita e ho sete di vittoria e di riscatto.

Ho solo un piccolo problema: Lei, con i suoi due occhi azzurri e il sorriso più ingenuo mai visto sulla faccia della terra. In un secondo ha preso le mie convinzioni, le mie certezze e tutta la mia determinazione, poi, sotto il mio sguardo impotente, gli ha dato fuoco. Mi ripeto spesso che devo darmi una scrollata e andare avanti ma lei, Lucy Collins, mi conquista e mi trascina fuori rotta.

Il mio nome è Daniel Wilson, sono il Numero 8 dei Saracens e non ho alcuna intenzione di farmi schiacciare da una ragazzina.

Recensione

Bentornate Dreamers!

A distanza di mesi dalla sua pubblicazione ho letto Number 8, uno sport romance scritto da Alessia D’Ambrosio che dà il via a una nuova serie, l’After Match.

Non me ne capacito. Non riesco a capire come abbia potuto farmi scappare fino ad adesso una lettura del genere. Insomma, solitamente ho un vero e proprio radar per quelle letture che potrebbero rientrare tra i miei gusti, ma questa volta ho rischiato di non leggere una di quelle storie che è senza dubbio una delle migliori che mi ha fatto compagnia quest’anno.

Ha tutti gli ingredienti giusti che secondo me una storia d’’amore deve avere.

È una serie che segue le vicende di tre fratelli, nonché compagni di squadra, quindi anche se si ha un leggero filo conduttore, sono dei volumi autoconclusivi.

Parla di sport, rugby per la precisione, tra i temi che più mi piacciono in un romance.

Altro elemento determinante per me, e chi mi conosce lo sa, abbiamo una differenza d’età tra i nostri due protagonisti, che rende tutto molto più interessante e apre mille scenari e non poche problematiche.

Ma soprattutto, l’autrice, di cui (e ad oggi dico purtroppo) non ho mai letto nulla sinora, possiede lo stile di scrittura che più mi è congeniale. Semplice, diretto, senza troppi fronzoli o parti dispersive. È riuscita in pochissimi capitoli a conquistare tutta la mia attenzione (le mie occhiaie ne sono la prova) e mi ha guidato per tutta la storia senza concedermi un attimo di fiato, senza riuscire a staccarmi da questi meravigliosi personaggi se non alla fine.

Ma andiamo un po’ nello specifico.

Questa è la storia di Daniel, il maggiore dei fratelli Wilson, un uomo di trentaquattro anni con un unico obiettivo: eccellere nel rugby, sport che da sempre rappresenta la sua intera esistenza, e avere così la possibilità di venire convocato nella nazionale inglese. Le sue giornate sono ordinarie, sempre la stessa routine; casa, famiglia, allenamenti. Nessuna distrazione, nessun divertimento per lui, nonostante l’insistenza dei fratelli gemelli. Niente e nessuno deve e può distrarlo dal suo obiettivo.

Questo fin quando non entra in scena Lucy.

Lucy è una giovane ragazza di ventidue anni alla quale basta una semplice occhiata per sconvolgere l’intero mondo di Daniel che, improvvisamente, si ritrova in una lotta continua tra mente e cuore.

Lucy è troppo piccola, ci sono dodici anni di esperienze diverse a dividerli, ma soprattutto a ostacolare una loro relazione è la certezza che sarebbe una distrazione troppo grande, un qualcosa che potrebbe vanificare tutto gli sforzi compiuti sinora.

È stato bellissimo leggere di quest’uomo così sicuro e determinato in campo, che viene messo in difficoltà per la prima volta da una ragazza e dalle nuove sensazioni che risveglia in lui.

Tra di loro è un continuo tira e molla. Ci sono momenti in cui Daniel torna a essere se stesso, o quantomeno ci prova, facendo così vincere la sua parte razionale, altri in cui la passione e la gelosia sono incontrollabili, persino per lui così abituato alla disciplina.

Ho amato follemente entrambi i personaggi. Se da una parte è stato emozionante vedere quest’uomo che per la prima volta s’innamora e assistere alla sua trasformazione, dall’altra ho adorato Lucy, una giovane donna che nella vita ne ha passate tante ma che non esita di fronte a una loro possibile relazione, nonostante i problemi che potrebbe comportare.

A far da spalla troviamo personaggi secondari altrettanto ben caratterizzati e interessanti, che vi assicuro ruberanno il vostro cuore.

Abbiamo i fratelli (di cui spero presto leggeremo) e la sorella di Daniel sempre presenti, preoccupati per l’improvvisa e inaspettata trasformazione che il loro fratellone, colui che è sempre stato la loro roccia e la voce della ragione, sta affrontando.

Ma abbiamo soprattutto un’adorabile, quanto svitata vecchietta, nonché nonna di Lucy che, nel suo modo un po’ particolare, riesce in qualche modo a far da cupido tra i due giovani.

Due giovani che prima di poter sperare in un lieto fine dovranno però capire che l’amore non è rinuncia per il bene dell’altro ma è solo e soltanto la condivisione del bello e del brutto che la vita ci riserva.

“L’amore si coltiva, parola dopo parola, una litigata dopo l’altra, con un sorriso, con una carezza. L’amore si fa in due, oppure non è amore.”

Insomma, Dreamers, non voglio dirvi altro ma solo esortarvi a leggere questo libro perché a me sono bastate poche pagine per inserire Alessia D’Ambrosio nella mia personale top ten delle autrici italiane preferite.

Buona lettura.

VOTO:

5

SENSUALITA’:

4

VOTO DANIEL:

corona5

VOTO LUCY:

5

RECENSIONE A CURA DI:

Miky2

EDITING A CURA DI:

Candy2

“NUMBER 9” DI ALESSIA D’AMBROSIO (AFTER MATCH SERIES #2)

NUMBER 9 CARD

TITOLO: NUMBER 9

AUTORE: ALESSIA D’AMBROSIO

SERIE: AFTER MATCH #2

EDITORE: SELF PUBLISHING

GENERE: SPORT ROMANCE 

PUBBLICAZIONE: 06 DICEMBRE 2019 

Trama

“Speravo fosse un ricordo morto e sepolto, rintanato solo nel fondo della mia coscienza, invece, è tornato a galla prepotente e arrogante. Perché è così che succede: gli errori si pagano, ma non c’è modo di saldarne il debito. In questo caso, in senso letterale.”

Il Numero 9 nel rugby è il giocatore con la migliore visione del gioco, quello che tiene il controllo. La mia vita è come una continua partita. Amo l’ordine, avere tutto sott’occhio, mi piace la perfezione. C’è solo una macchia nel mio passato. Speravo che con il tempo fosse finito nel dimenticatoio, ma Jeanine, la mia ex, ha deciso di rovinarmi e di raccontare a tutti quello che ho fatto. E poi c’è lei, Miss Wiler, una giornalista ficcanaso che si è messa in testa di rovinarmi. Se lo può scordare!

Mi chiamo Scott Wilson e, al momento… sono nella merda!

#1

NUMBER 8

“Non mi interessa l’amore, ho cose più importanti a cui pensare e non posso permettermi distrazioni. Devo entrare nella nazionale inglese di rugby e vincere il Mondiale. Questa è l’unica cosa importante per me. E non c’è proprio niente di confuso. Mi alleno, sudo, gioco, vinco. Semplice”.

Nel rugby, ogni giocatore ha un numero che definisce il proprio ruolo. Tranne l’otto, lui è semplicemente il Numero 8. Questa è la mia fede, la mia sola religione. Amo il rugby più della mia stessa vita e ho sete di vittoria e di riscatto.
Ho solo un piccolo problema: Lei, con i suoi due occhi azzurri e il sorriso più ingenuo mai visto sulla faccia della terra. In un secondo ha preso le mie convinzioni, le mie certezze e tutta la mia determinazione, poi, sotto il mio sguardo impotente, gli ha dato fuoco. Mi ripeto spesso che devo darmi una scrollata e andare avanti ma lei, Lucy Collins, mi conquista e mi trascina fuori rotta.
Il mio nome è Daniel Wilson, sono il Numero 8 dei Saracens e non ho alcuna intenzione di farmi schiacciare da una ragazzina.

 

COVER REVEAL: “LEGATI DAL DOVERE” DI CORA REILLY (MAFIA CHRONICLES #2)

LEGATI DAL DOVERE CARD

TITOLO: LEGATI DAL DOVERE

AUTORE: CORA REILLY

SERIE: MAFIA CHRONISLES #2

EDITORE: HOPE EDIZIONI

PROGETTO GRAFICO: ANGELICE

TRADUZIONE: ERIKA ARCOLEO

GENERE: MAFIA ROMANCE

PUBBLICAZIONE: 29 NOVEMBRE 2019

AMAZONGOODREADS

Trama
Sono passati quattro anni da quando Dante Cavallaro è rimasto vedovo. Ora, L’Organizzazione è pronta a eleggerlo come Capo e ogni Uomo d’Onore che si rispetti ha bisogno di una moglie accanto in grado di dargli un erede.Valentina pare la scelta perfetta: giovane, anche lei vedova, proveniente da una famiglia rispettata. Tutti requisiti perfetti per un matrimonio di convenienza.

Valentina sogna un matrimonio in piena regola, desidera un rapporto coniugale che vada oltre l’indifferenza, vuole un marito che la soddisfi. Dante deve starle alla larga, non può permettersi di provare attrazione verso sua moglie, figuriamoci dei sentimenti.

In una Chicago che la vorrebbe solo come moglie trofeo, Valentina dovrà fare i conti con il passato, che torna a bussare alla porta e con un marito che vorrebbe conquistare, che la guarda come se non esistesse, ma la possiede come se fosse stata sua da sempre.

#1

LEGATI DALL’ONORE

Nata in una delle principali famiglie mafiose di Chicago, Aria Scuderi fatica a trovare la sua strada in un mondo in cui non c’è nessuna possibilità di scelta.

Aria aveva solo quindici anni quando i suoi genitori l’hanno promessa a Luca “la Morsa” Vitiello, il figlio maggiore del Capo della mafia di New York, per assicurare la pace tra le due famiglie. Ora che lei è diciottenne, il giorno che ha temuto per anni, quello del matrimonio con Luca, si sta avvicinando minaccioso. Aria è terrorizzata all’idea di sposare un uomo che conosce a malapena, soprattutto uno che ha ottenuto il soprannome la Morsa per aver strangolato una persona a mani nude. Luca potrà anche essere uno degli uomini più ricercati di New York, grazie al suo bell’aspetto, alla ricchezza e al carisma da predatore che irradia potere, ma le ragazze dell’alta società che si gettano ai suoi piedi non sanno ciò che Aria sa: la sua nomea di cattivo ragazzo non è solo un gioco, perché sangue e morte si annidano dietro gli affascinanti occhi grigi e l’arrogante sorriso di Luca. Nel mondo di Aria, un bell’aspetto esteriore spesso nasconde un mostro all’interno; un mostro che può tanto facilmente ucciderti quanto baciarti.

L’unico modo per sfuggire al matrimonio sarebbe scappare e lasciarsi tutto alle spalle, ma Aria non riesce a sopportare il pensiero di non rivedere mai più la sua famiglia. Nonostante la paura, decide di procedere con il matrimonio. Aria è cresciuta tra predatori come Luca e sa che persino i più freddi bastardi hanno un cuore, e lei ha tutte le intenzioni di farsi strada in quello di Luca.

Inediti in Italia

COVER REVEAL: “LUSSURIA – FIGHTING LUST” DI JENNIFER MILLER (DEADLY SINS SERIES #3)

LUSSURIA CARD

TITOLO: LUSSURIA – FIGHTING LUST

AUTORE: JENNIFER MILLER

SERIE: DEADLY SINS #3

EDITORE: HOPE EDIZIONI

PROGETTO GRAFICO: ANGELICE

TRADUZIONE: FRANCESCA SALIN

GENERE: SPORT ROMANCE

PUBBLICAZIONE: 26 NOVEMBRE 2019

AMAZON – GOODREADS

Trama
Mi chiamano Ryder “Casanova” King perché ho trasformato la seduzione in una forma d’arte, fuori e dentro l’ottagono. Mi basta un sorriso e le donne cadono tutte ai miei piedi. Però ho imparato che è pericoloso lasciarsi coinvolgere, perché può farti a pezzi il cuore.
Poi è arrivata Tessa Jameson. Ho vissuto con lei un momento di pura lussuria e ora voglio di più, anche se non sembra interessata. Pensa che gli uomini vogliano solo sesso, ma io sono determinato a dimostrarle che si sbaglia, e non importa quanto sarà difficile. So di aver incontrato quella giusta e sarà mia.
Il desiderio dell’amore è di dare; il desiderio della lussuria è di prendere.
Due persone ferite che hanno deciso di non mettersi più in gioco, possono essere disposte a cambiare? Ad amare di nuovo?
invidia card

#1

INVIDIA – FIGHTING ENVY

Alcune persone si fanno un tatuaggio, un’opera d’arte che valorizza o rivela qualcosa di loro, qualcosa che amano.
Altre persone, come me, sono invece marchiate da qualcosa: azioni o parole.
“Nessuno ti amerà mai, Rowan, non vali niente!”
Sono state queste le parole che hanno creato la macchia, la cicatrice, il marchio sulla mia anima. Mi furono sussurrate dalla donna che, più di tutti, avrebbe dovuto amarmi. Ma nel momento più buio della mia vita, nel quale mi sono ritrovata sola e abbandonata, un uomo mi ha dimostrato che lei si sbagliava.
Quando avevo disperatamente bisogno di qualcuno, il lottatore di MMA, Jackson Stone, è entrato di prepotenza nella mia vita. Non era lui la persona che avrebbe dovuto essere lì, ma era esattamente la persona di cui avevo bisogno. Credeva che solo gli sciocchi vivessero nel passato e mi ha mostrato come una vera relazione sia piena di sogni, di fede, di fiducia e di passione. Mi ha insegnato che vale la pena lottare per l’amore, anche quando è inaspettato e va oltre la collisione fra cuori e anime. Mi ha dimostrato che l’uomo “sbagliato”, al momento giusto, può guarire tutto.

IRA CARD.jpg

#2

IRA – FIGHTING WRATH

Qualcuno sostiene che aggrapparsi alla collera sia come bere del veleno e poi aspettarsi che sia l’altra persona a morire. Io lo faccio comunque e lascio che pian piano mi consumi divorando tutto ciò che sono; al contempo però combatto, per nascondere al mondo tutto ciò che di brutto c’è di me.
Continuo così finché non la incontro.
Lei è come un balsamo rinfrescante per ciò che mi affligge; lei addolcisce la collera che ruggisce dentro di me e, senza saperlo, lei sta guarendo ciò che è rotto.
Sono deciso a tenerla con me, a farla mia, ma…
Ma cosa accadrà quando vedrà il mostro sotto la superficie?
Mi resterà accanto?
E cosa farò, io, con i sussurri che tormentano la mia mente e che mi dicono che anche lei sta nascondendo qualcosa?
L’amore può essere costruito sulle bugie o le braci dei nostri segreti accenderanno le fiamme che finiranno col consumarci entrambi?

Inediti in Italia