REVIEW PARTY: “KING OF DIAMONDS” DI RENEE ROSE (SERIE VEGAS UNDERGROUND #1)

king-of-diamonds-card-reviewles

TITOLO: KING OF DIAMONDS

AUTORE: RENEE ROSE

SERIE:VEGAS UNDERGROUND #1

EDITORE: QUEEN EDIZIONI

GENERE: MAFIA ROMANCE

PUBBLICAZIONE: 10 GENNAIO 2020

Trama

Le avevo detto di non mettere più piede nel mio casinò e di starmi alla larga. Se avessi rivisto ancora quei fianchi ancheggiare nella mia suite, l’avrei sbattuta contro al muro nel peggiore dei modi. E, una volta mia, non l’avrei più lasciata andare. Sono il Re di Las Vegas e prendo ciò che voglio. Quindi corri, Sondra, scappa dal mio Regno. O sarai mia prigioniera e ti spezzerò. Vieni da me, se ne hai il coraggio.

King of diamonds è un romance autoconclusivo della serie Vegas Underground. Non ci sono scene di tradimento o cliffhanger.

Recensione

Bentornate Dreamers.

È uscito proprio oggi, grazie alla Queen Edizioni, King of Diamonds di Renee Rose, primo volume di una nuova serie mafia romance.

Ecco chiariamo subito questo punto. Se siete amanti del genere, credo potreste rimanere un po’ deluse dal modo in cui questo viene trattato. Sì, perché a onor del vero, il libro, più che trattare veramente l’argomento, ha una serie di cliché sulla mafia. Famiglia mafiosa, matrimoni combinati, attività illecite e per ultimo, ma non meno banale, il linguaggio usato dal protagonista, con espressioni tipicamente siciliane (sì, a tratti nella mia mente è partita la sigla del film Il Padrino). Escludendo questi scontati fattori la storia ha ben poco dei classici mafia romance a cui siamo abituati (io tenderei a collocarlo meglio nel romance erotico).

Se invece siete in vena di una bella storia d’amore nata da una forte attrazione fisica questo libro potrebbe fare al caso vostro.

Sondra e Nico sono rispettivamente cameriera e proprietario de Il Bellissimo, albergo – casinò in cui la ragazza lavora. Quello di Sondra è un lavoro nuovo e temporaneo, conseguenza di un trasferimento recente. In realtà è un’insegnante che, a causa del tradimento del fidanzato, lascia tutto per trasferirsi dalla cugina a Las Vegas. Quando, per una serie di eventi, si ritrova a dover rassettare la suite del capo, la vita che sinora ha conosciuto viene completamente stravolta.

Nico non è il classico imprenditore, è un uomo accompagnato dalla reputazione della sua famiglia, i Tacone di Chicago. Quando trova una ragazza nuova nella sua stanza la sua reazione è quella di sospettare di lei e va in escandescenza. È un uomo abituato essere diffidente, non può lasciare nulla al caso o agire con leggerezza ma quasi subito la rabbia scatenata dalla presenza in stanza di questa sconosciuta viene sostituita da una incontrollabile attrazione fisica.

Nico è abituato a ottenere quello che vuole, come vuole e quando e così sarà con Sondra. Sì, perché nonostante l’iniziale terrore provato, anche la donna non è indifferente a quest’uomo così dominante. Un uomo che sa quali fili muovere, sa quali tasti toccare per accendere in lei una passione mai provata. Un uomo che è consapevole del fatto che per il bene di Sondra dovrebbe starle alla larga e non inserirla nella sua vita ma che non riesce però a rimanerle lontano e, anzi, sente un bisogno di lei che sfiora la dipendenza, l’ossessione.

“Se fossi un uomo migliore, mi assicurerei che i nostri percorsi non si incrocino mai più. Non lo sono. Non sono un brav’uomo. La riporterò nella tana del leone.”

Nico odia essere un mafioso, al punto di aver creato un’attività quasi del tutto legale per evitare di sporcarsi le mani di sangue. Odia dover prendere ordini e agire per il bene “della famiglia”, a discapito dei suoi stessi desideri. Ma se fino ad ora ha sempre accettato le conseguenze del cognome che porta, la sua sempre maggiore vicinanza con Sondra lo spinge a chiedersi a chi davvero dovrebbe andare la sua fedeltà. Dovrebbe cedere ai desideri del padre e dei fratelli o rischiare di scatenare una guerra per rivendicare la libertà di essere se stesso?

Nico è forse, anche se di poco, il personaggio che ho preferito tra i due. Un protagonista a cui, alcune volte (diciamo tante!), avrei volentieri dato un bel calcio nei gioielli di famiglia per alcuni atteggiamenti o espressioni con cui le si rivolge, ma in altre invece è riuscito a conquistarmi con il suo senso di protezione, con la dimostrazione di cosa è disposto a fare pur di rendere Sondra felice.

Insomma Dreamers, se cercate una storia d’amore senza troppe pretese, ma molto passionale, con un protagonista che non lesina nel dirty talking, King of Diamonds fa sicuramente per voi.

Io rimango in attesa del secondo volume perché credo proprio di aver intuito chi saranno i suoi protagonisti che sono riusciti, con poche informazioni e senza mai essere presenti entrambi nelle stesse scene, a incuriosirmi non poco.

Alla prossima Dreamers

VOTO:

4

SENSUALITA’:

4emezzo

VOTO NICO:

corona4

VOTO SANDRA:

4

RECENSIONE A CURA DI:

Miky2

EDITING A CURA DI:

Candy2

REVIEW PARTY: “EFFETTO MATRIMONIO” DI KARLA SORENSEN (SERIE WASHINGTON WOLVES #3)

effetto-matrimonio-card-reviewles.jpg

TITOLO: EFFETTO MATRIMONIO

AUTORE: KARLA SORENSEN

SERIE: WASHINGTON WOLVES #3

EDITORE: SELF PUBLISHING

TRADUTTORE: PAOLA CICCARELLI

GENERE: SPORT ROMANCE

PUBBLICAZIONE: 16 DICEMBRE 2019

Trama

Logan Ward non vuole altre donne nella sua vita.
Essendo un giocatore di football e un tutore legale per le sue quattro sorelle minori, non ha tempo per nient’altro. Tuttavia, una di loro è appena finita in ospedale, il che dà a suo fratello l’occasione di cui ha bisogno per provare a togliergli la custodia.
Il consulente legale dice a Logan che c’è solo una cosa che può fare: trovarsi una moglie.
Paige McKinney non sempre riflette sulle cose prima di agire.
Come quando abbandona la sua carriera da modella senza pensare a cosa potrebbe fare dopo. Di sicuro non riflette a fondo quando in ospedale proclama di essere la fidanzata di Logan, semplicemente perché il sexy – seppur scontroso – giocatore di football ha dimenticato il suo cellulare a una festa e la sicurezza non vuole lasciarla passare. Non è colpa sua se quella dichiarazione viene udita dalla peggior persona possibile.
Un accordo viene raggiunto, e un matrimonio finto è la soluzione perfetta. Ma questa semplice soluzione crea un problema completamente nuovo: Logan e Paige non sono così diversi come sembra. Il riluttante sposo ha un fuoco dentro di sé, e la sua impetuosa moglie sta per accendere il fiammifero.

Recensione

“Restare in silenzio non era una novità per me. Ero sempre stato taciturno, il tipo che dava l’esempio coi fatti e non sbraitando ordini, il leone che non aveva mai bisogno di ruggire, figurativamente parlando.”

Sembrerà impossibile, ma a volte l’amore arriva proprio quando ne abbiamo più bisogno, sotto le sembianze della persona che mai avremmo creduto affine alla nostra vita e alla nostra anima. Questo è quello che accade a Logan e Paige, protagonisti di “Effetto Matrimonio”: un istante condiviso, un’occasione fortuita, uno sguardo che vale più di mille parole, e una decisione che sembra da pazzi e che invece si rivelerà una scoppiettante opportunità.

Siamo arrivate alla chiusura, care Dreamers, di questa piacevolissima serie sport romance. Ci apprestiamo a salutare i nostri Washington Wolves, con l’ultimo baluardo di questa squadra: Logan Ward. Nessuno conosce davvero questo uomo, diciamo pure che lui ha sempre tenuto la sua quotidianità fuori dal campo, segretamente custodita. Ha un’ottima ragione Logan per non fidarsi, ha troppo da perdere, e nessuna voglia di scendere a compromessi. Ma quando il destino lo mette davanti al pericolo di dover rinunciare alle sue sorelle, ecco che il nostro guerriero sarà pronto a lottare contro chiunque perché questo non accada. Non sa che avrà al suo fianco la donna che meno gli assomiglia ma che alla lunga sarà l’anello essenziale per tenere unita tutta la famiglia.

“E se pensavo che il sesso avrebbe complicato le cose, mi sbagliavo di grosso. Quello che avrebbe complicato la mia vita più di qualsiasi altra cosa sarebbe stato permetterle di intrufolarsi nell’unico posto dove non mi potevo permettere di farla entrare. Il mio cuore.”

Paige McKinney è una ragazza in fuga da se stessa e dalla monotonia, è rimasta nei paraggi solo per la sua migliore amica. Potrebbe avere una vita da favola, è una donna caparbia in un corpo da favola, quello che le manca è avere un suo posto, un luogo seppur ipotetico dove tornare e dove sentirsi finalmente a casa. Non immagina Paige che una casualità, e una lettera provvidenziale, la porteranno a cambiare la sua vita, ritrovandosi in una casa con un marito sexy come il peccato, che fa di tutto per non sfiorarla, e quattro uragani che non faranno altro che metterla in discussione ad ogni passo, riempiendole il cuore di un affetto di cui non saprà più fare a meno.

“Io ero l’unica che conosceva l’altro lato di lui. Il fuoco che gli ardeva dentro non era smorzato dal modo in cui lo teneva sotto controllo. Anzi, divampava ancora di più quando veniva esposto. Quello che finora gli era mancato era qualcuno che scatenasse una reazione. Io ero l’ossigeno e, come avevo scoperto con immenso piacere e molti muscoli doloranti, insieme bruciavamo l’intera casa.”

Vi dico la verità, quando ho letto la trama di questo libro, avendo adorato anche i primi due, mi sono chiesta cosa si fosse inventata Karla Sorensen per unire due personaggi così distanti come Logan e Paige, non avevano un passato insieme, non si erano mai avvicinati prima, insomma due perfetti sconosciuti, eppure più si va avanti con questa storia e più si scoprono le loro incredibili affinità. Amerete il ruolo di fratello maggiore di Logan così premuroso e zelante con le sue sorelle, riconoscerete il suo essere un testone nel volersi mantenere distante da sua moglie, ed è proprio in questo ruolo che amerete Paige, lei che si butta in quest’avventura con tutta se stessa, che è pronta a tutto pur di non fallire, lei che cercherà di conquistare le sue “cognate”, e allo stesso tempo darà vita a degli spaccati così piccanti e passionali con Logan da renderla davvero adorabile. Impossibile per Logan non cedere a una donna così, la vera sfida sarà consegnarle anche il cuore.

«Non sto facendo nulla del genere, Logan Ward.» Avanzai di un altro passo nella sua direzione, e lui mantenne la sua posizione. «E se continui a fissarmi con quello sguardo sexy perché ti sto facendo incazzare, sarà meglio che ti prepari ad agire di conseguenza.»

Questo libro come vi ho anticipato chiude questa serie, in realtà sono sicurissima che come me saprete leggere tra le righe, una trama che piano piano andrà delineandosi, capitolo dopo capitolo. La bravura della Sorensen è stata quella di tenere il lettore con la mente attenta su più fronti e, credetemi, quello che immaginerete, o meglio la coppia di cui spererete di poter leggere, ARRIVERÀ. E io ne sono già elettrizzatissima.

In conclusione fatemi ringraziare Paola Ciccarelli, perché con il suo eccellente lavoro ci permette di leggere storie che altrimenti non sarebbe possibile conoscere, Effetto Matrimonio è un’altra di queste. Vi lascio alla lettura Dreamers, io per quello che mi riguarda vado a tampinare autrice e traduttrice perché ci diano presto un altro amore tormentato a cui appassionarci.

“L’ultima vita che mi sarei sognata di avere e l’unico posto dove avrei dovuto essere.”

VOTO:

5

SENSUALITA’:

3emezzo

VOTO LOGAN:

corona4,5

VOTO PAIGE:

4,5

RECENSIONE A CURA DI:

Rebirth2

EDITING A CURA DI:

Candy2

REVIEW PARTY: “L’UNICA PER TE” DI GIANNA GABRIELA (SERIE BRAGAN UNIVERSITY #1)

L'UNICA PER TE REVIEW

TITOLO: L’UNICA PER TE

AUTORE: GIANNA GABRIELA 

SERIE: BRAGAN UNIVERSITY #1

EDITORE: QUEEN EDIZIONI

GENERE: NEW ADULT- SPORT ROMANCE

PUBBLICAZIONE: 14 DICEMBRE 2019        

Trama

Mia Collins ha una vita straordinaria. Al liceo era popolare e il college è iniziato alla grande. Tutto sembra perfetto, fino a quando non torna a casa per le vacanze. Basta una notte per mettere in moto il destino, e il mondo di Mia inizia a crollare. Sconvolta dall’aver scoperto che la vita che pensava di conoscere fosse solo una bugia, dopo aver perso la propria famiglia, Mia è costretta a ricominciare. Questa volta, giura di non permettere a nessuno di avvicinarsi di nuovo a lei… Di non farle del male ancora una volta.
Ma la vita ha un modo tutto suo di fare il contrario di quello che si vuole…
Colton Hunter è il capitano e il quarterback della squadra vincente. Con un look da paura e così tanti soldi da non aver bisogno della borsa di studio per il football, si direbbe che non abbia nulla di cui preoccuparsi. Ma dietro la sua facciata impeccabile si nasconde un oscuro segreto, qualcosa che Colton è stato costretto a tenere per sé, spaventato da quello che potrebbe accadere se mai dovesse parlare. Lacerato dall’inganno, Colton allontana chiunque, senza lasciare che qualcuno si avvicini abbastanza da vedere cosa si nasconde dietro la maschera…
Almeno finché una ragazza non incrocia il suo cammino, scuotendolo e costringendolo a capire che non bisogna essere forti sempre

Recensione

L’unica per te è il primo volume di una nuova serie sport romance, la Bragan University, che la Queen Edizioni ha deciso di far conoscere alle lettrici italiane.

Sono stata fino alla fine abbastanza combattuta su come giudicare questo libro perché, ai miei occhi, ha dei pregi ma anche dei difetti, tra cui il fatto che non riesce a tenere alta l’attenzione del lettore in modo costante, o meglio per essere più precisi, la sua prima metà non è all’altezza della seconda, che ho trovato molto più coinvolgente sia per quanto riguarda le emozioni che i protagonisti ci regalano, sia per lo svolgimento vero e proprio della storia.

Il libro ha tutti gli elementi del suo genere: una ragazza trasferita da poco in un nuovo college, una coinquilina migliore amica spumeggiante, un amore nato da una iniziale antipatia. I cliché non mi infastidiscono, credo che alla fine debbano esserci per forza di cose dei punti fissi per rientrare in un certo genere piuttosto che in un altro.

L’elemento che non mi ha convinto totalmente nella sua parte iniziale è la leggerezza di alcuni dialoghi, quasi banali, o la descrizione troppo particolareggiata di situazioni quotidiane che rallentano un pochino il ritmo della lettura. Fortunatamente però, questo sparisce inoltrandosi nella storia, che a un certo punto diventa più coinvolgente, nonostante comunque non ci sia nessun colpo di scena o avvenimento in particolare.

I protagonisti di questa storia sono Mia e Colton, due ragazzi che iniziano col piede sbagliato ma che divengono in breve tempo inseparabili.

Mia è una ragazza che ha sofferto e il suo vissuto ci viene raccontato pian piano durante la lettura. Non ama mettersi al centro dell’attenzione, preferisce vivere nella sua confort – zone rispettando le sue abitudini. Non ha amici, a parte la sua coinquilina, nonostante non sia asociale ma preferisce mantenere un profilo basso e concentrarsi sui suoi studi.

La sua routine viene sconvolta quando inizia a passare sempre più tempo accanto a Colton, il ragazzo più ambito della scuola e lo stesso con cui si ritrova, suo malgrado, a svolgere un lavoro di gruppo per un intero semestre.

Colton, grazie alla loro vicinanza forzata, riesce a farsi conoscere da questa ragazza che lo incuriosisce e lo sconvolge come mai prima. Non ha mai voluto una relazione, il suo obiettivo è il medesimo di Mia, concentrarsi sullo studio e sugli allenamenti, ma improvvisamente le sue priorità cambiano. Avvicinarsi a Mia e rimanerle a fianco è la sua missione, ma farle capire soprattutto, al di là della pessima reputazione che ha con le ragazze, la serietà delle sue intenzioni.

Il loro è il più classico dei colpi di fulmine a cui Mia cerca di resistere, sa bene quanto costi mettere in gioco sentimenti col rischio di venire delusa dalle persone che ami, ma di fronte alla tenacia del nostro implacabile quarterback è difficile non deporre le armi.

Non immaginate però Colton solo come il classico sportivo alla conquista di una ragazza. Su di lui pesa un segreto che potrebbe sconvolgere la vita delle persone a lui più care. Un segreto che però adesso, con Mia accanto, sembra più leggero, meno difficile da confessare.

Insieme non si sentono più come se stessero combattendo delle battaglie invisibili da soli, insieme riescono a trovare il giusto senso al loro presente, insieme sono più forti.

Come vedete gli elementi per un ottimo new adult c’erano tutti, e consiglio comunque la sua lettura alle amanti del genere per un paio di ore di svago, ma qualche piccola accortezza in più avrebbe sicuramente giovato.

Buona lettura e fateci sapere cosa ne pensate.

VOTO:

3emezzo

SENSUALITÀ

2

VOTO COLTON:

corona4

VOTO MIA:

3,5

RECENSIONE A CURA DI:

Miky2

EDITING A CURA DI:

Rebirth2

REVIEW PARTY: “COLE” DI VERONICA SCALMAZZI (SERIE DESTINI INCROCIATI #4)

cole-card-reviewles.jpg

TITOLO: COLE

AUTORE: VERONICA SCALMAZZI

SERIE: DESTINI INCROCIATI #4

EDITORE: SELF PUBLISHING

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE

PUBBLICAZIONE: 12 DICEMBRE 2019

Trama

Credevo di non essere fatto per l’amore, o almeno così pensavo. Poi, un giorno, un paio d’occhi azzurri come il cielo d’estate hanno varcato la soglia del mio Pub e tutto è cambiato.
Martina Bright.
Il mio paradiso e il mio inferno.
Con la sua lingua tagliente e il suo sguardo da guerriera ha scalfito le mie convinzioni, trascinandomi in un gioco fatto di passione e momenti rubati. Mi ha stregato e fatto perdere la testa, ma sono bastate due parole e l’incantesimo si è spezzato.
Mi chiamo Cole Tucker e sono il coglione numero uno di Portland.
Perché l’ho lasciata andare.
Perché ho rinunciato a noi, a ciò che eravamo insieme.
E, adesso, lei ha un’altra vita chissà dove.
Ma si sa… Il destino ha sempre un asso nella manica da giocare e io sono disposto a tutto pur di riaverla.
Perché lei è mia.
Perché lo è sempre stata e voglio che lo sappia.

Credevo che lui fosse quello giusto, ma mi sbagliavo.
In un attimo tutto il mio mondo è crollato e il mio cuore si è sbriciolato in una notte di maggio, per questo ho lasciato Portland per sempre.
Perché lui mi ha ferita.
Perché lui ha buttato via i miei sentimenti.
Perché il destino non era dalla nostra parte.
Mi chiamo Martina Bright e ho un problema: Cole Tucker è tornato nella mia vita e vuole rimanerci.

Recensione

“Non importa dove sei o cosa stai facendo, conta chi c’è al tuo fianco e ciò che stai sentendo dentro.”

A volte bisogna solo aver coraggio di ascoltare il cuore per ritrovare la strada persa, basta un piccolo rumore, un eco lontano, il ricordo di un attimo di beatitudine sfuggito troppo in fretta. È l’amore che ci sostiene, che si nasconde dietro a un destino beffardo, che ci fa distogliere lo sguardo da una verità camuffata solo per spingerci a guardare oltre perché, che ci crediate o meno, siamo tutti legati a un filo rosso che ci guida, nonostante le numerose peripezie, verso le braccia che da sempre attendono solo il nostro ritorno.

“Le braccia di Cole Tucker sono il mio posto nel mondo. Il suo corpo è il mio santuario. La sua voce il mio coraggio. Il suo amore il mio tutto.”

Veronica Scalmazzi riesce ogni volta a dar voce alle mie emozioni, ogni suo romanzo è come se mi scavasse in profondità, il suo modo di scrivere così intenso ed evocativo rende la lettura un cammino immerso nell’ennesima storia che ti conquista, ti avvince, ti mette in subbuglio testa e cuore, guidandoti nei meandri di una vita parallela che sai di non poter vivere realmente ma che speri con tutto il cuore almeno di poter sognare.

Per chi ha seguito la serie Destini Incrociati, sono certa che come me aspettavate il momento di Cole e Martina, lo stronzo per eccellenza e il suo tormento, due persone che si sono perse l’una nell’altro al primo sguardo. E poco importa se a dettar legge almeno a primo acchito è stata un’attrazione infuocata, se il rimbeccarsi in continuazione altro non faceva che alimentare quella passione che gridava solo per essere liberata. Perché dietro ai numerosi istanti passati insieme, dietro ai baci rabbiosi e lussuriosi, dietro agli amplessi eccitanti altro non c’è che il sentimento più puro, capace di smuovere il mondo, capace di portare un uomo non incline a lasciarsi andare, a guardare con occhi innamorati la donna che vuole da sempre.

“Un amore illogico, istintivo e cullato giorno dopo giorno. Cole mi ha spinta oltre, ha risucchiato il mio cuore e l’ha fatto suo senza nemmeno rendersene conto. Più le sue dita mi davano piacere e più diventavo dipendente da lui. Più mi sfidava e più lo volevo. Più mi faceva sentire importante e più mi avvicinavo. Fino a farmi male. Fino a bruciarmi.”

Cole e Martina si sono avuti in ogni modo possibile, ma quello che vedrete di loro in questo libro, al di là della fisicità, che come sempre è descritta in maniera sublime e mai volgare, è la loro anima che viene ferita, rivoltata e alla fine messa davanti a una realtà che fa paura per quanto renda liberi: la possibilità di amare e di lasciarsi amare, quell’incontro perfetto tra due persone che rende una storia d’amore capace di farti sognare e commuovere.

“Lei che mi ha insegnato ad amare senza rendersene conto. Lei che è entrata nella mia vita strappandomi un pezzo della mia esistenza poco per volta. A ogni bacio. A ogni sguardo rubato. A ogni sorriso. A ogni ti amo sussurrato con gli occhi.”

Quello che non mi aspettavo è di certo l’evoluzione di questi due personaggi e l’incontro con altri che rendono il tutto assolutamente perfetto. Vi scioglierete ripensando a Cole, alla sua dolcezza, il suo modo di reclamare la sua donna vi farà tremare in più di un’occasione, la sua sfacciataggine sarà la principale responsabile dei vostri sospiri, ma di contro avrete una Martina con un animo coraggioso e battagliero, capace di tenere testa anche all’uomo che ha paura di avere. Vi schiererete al suo fianco, capirete il suo dolore, le lacrime che vi bagneranno il viso saranno più che giustificate, e mentre lei si perderà nell’abbraccio di Cole voi vi cullerete in un’espressione beata, quella che solo un libro bello può dare, per poi giungere alla resa dei conti dove non importa quello che dici, ma conta assolutamente quello che fai, e dove posso assicurarvi che Pocahontas non sarà più la stessa favola, per nessuna di voi.

«Lo capisci che siamo ancora noi due?» sibila baciandomi con urgenza. Il mio sapore sulle sue labbra. Una voglia che non si è mai dileguata, è sempre rimasta in agguato. Dietro a quell’angolo buio fra il cuore e la ragione. Lo attiro contro il mio petto. Il suo torace muscoloso sul mio seno. Voglio risentirlo fin dentro le ossa. Riviverlo come se non fosse mai cambiato niente.

Mi sento di dirvi che, se non avete mai letto questa serie e siete amanti delle storie dolci e incalzanti, quelle che fanno innamorare capitolo dopo capitolo, è davvero il caso di rimediare. Per quanto mi riguarda, posso senza dubbio dire alla Scalmazzi che io sono qui che aspetto che lei mantenga quelle due promesse che ha fatto, al mio cuore di lettrice romantica, alla fine del libro. Io le aspetto entrambe!!

“Voglio essere il senso a un nuovo domani, senza più brutti giorni.”

VOTO:

5

SENSUALITA’:

4emezzo

VOTO COLE:

corona5

VOTO MARTINA:

5

RECENSIONE A CURA DI:

Rebirth2

EDITING A CURA DI:

Candy2

REVIEW PARTY: “AFFARI D’AMORE” DI MELANIE MORELAND (THE CONTRACT SERIES #1)

AFFARI D'AMORE REVIEW

TITOLO: AFFARI D’AMORE

AUTORE: MELANIE MORELAND

SERIE: THE CONTRACT #1

EDITORE: ALWAYS PUBLISHING

COLLANA: ALWAYS ROMANCE N.25

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE 

PUBBLICAZIONE: 05 DICEMBRE 2019

Trama

Tiranno di giorno, playboy di notte, Richard VanRyan potrebbe essere preso a modello come stereotipo del bastardo donnaiolo.
Pubblicitario di grido in una delle agenzie più importanti del paese, sul lavoro è un arrogante e uno scaltro presuntuoso, e con le donne non si comporta in modo tanto diverso. Richard non è abituato a sentirsi dire di no, così quando un collega gli strappa da sotto il naso la promozione a socio che era certo di ottenere, decide di abbandonare lo studio e offrirsi alla concorrenza.
Ma la concorrenza è uno studio a conduzione familiare, sotto la guida di un capo vecchio stampo che tiene molto ai sani principi della famiglia tradizionale. E un uomo con la sua reputazione potrebbe avere qualche problemino a essere assunto, anche se è il migliore nel suo campo…
Ma ecco il colpo di genio!
Katherine Elliot, la sua assistente personale, è la donna più dolce, disponibile e affidabile che si possa trovare. È esattamente il motivo per cui lui l’ha sempre detestata a morte, ed è esattamente il motivo per cui potrebbe essere perfetta allo scopo. Certo, anche lei lo detesta, ma ha un disperato bisogno di soldi per curare la sua anziana zia.
Richard propone a Katherine un affare: in cambio dei soldi per le cure, sei mesi di finto fidanzamento, qualche occasione mondana, poco impegno e, una volta ottenuto l’incarico, ognuno per la sua strada.
Sembra un modo sicuro per entrambi di ottenere ciò che vogliono, eppure qualcosa che Richard non aveva previsto va terribilmente storto. Perché persino un uomo freddo e arrogante come lui ha un cuore e proprio i sentimenti potrebbero mandare all’aria i suoi… affari d’amore.

Recensione

Bentrovati Dreamers!

Oggi vi parlo di “Affari d’amore”, un meraviglioso contemporary romance nato dall’incredibile penna di Melanie Moreland, arrivato in Italia grazie alla casa editrice “Always Publishing” che – uscita dopo uscita – ci vizia con storie e protagonisti da capogiro e anche questa volta non ci ha affatto deluse!

Sì, miei cari Dreamers, inizio questa recensione parlando proprio del protagonista della storia – Richard VanRyan – brillante pubblicitario, mente eccelsa, inguaribile play boy e – lasciatemelo dire – STRONZO TOTALE! O almeno, fa in modo e maniera di essere considerato tale.
La vita gli ha insegnato presto che tutto ha un prezzo, persino per lui e per la nostra Katy sarà davvero difficile inserirsi tra le maglie dei suoi meccanismi di difesa.

Richard è un po’un orco, parla da orco, si comporta da orco, e cerca di convincere anche se stesso di essere un orco. In realtà è tenerissimo quando cerca mille scuse personali per fare un gesto carino verso di lei! Cavolo, lo avrei abbracciato!

Lei apparve da dietro l’angolo con espressione sorpresa. «Richard?» Spalancai le braccia mentre le andavo incontro. «Vieni qui.» Si precipitò verso di me e l’afferrai, facendola roteare. Rise per il gesto inaspettato e, prima che potesse dire qualcosa, la posai a terra, le presi il viso tra le mani e incollai la bocca alla sua. Uno strano calore mi si diffuse nel petto, senza dubbio per la gratitudine che lei stesse reggendo il gioco aggrappandosi alla mia nuca per attirarmi più vicino.

La presenza di entrambi i punti di vista, ci permettere di conoscere un po’ anche Katy: una sfortunata ragazza di periferia, cui la vita avrebbe dovuto insegnare l’odio ma che ha scelto di assorbire solo l’amore.
Mi è piaciuto molto il suo personaggio, è una che sa quando è il momento di tirar fuori il carattere, ma che riesce anche a tenerlo a freno a seconda delle priorità.
Non posso dirvi molto per non cadere nell’odiato spoiler, ma credetemi quando vi dico che è una donna dalle grandi sorprese e dai grandi sacrifici, qualcosa che dalle prime pagine del libro non avrei mai detto e non manco mai di apprezzare quando un personaggio mi stupisce, soprattutto se a farlo è quello femminile.

Sembrava giovane e vulnerabile. Ricordai di aver pensato che fosse debole. Ma era tutt’altro che debole. Ora che la conoscevo, sapevo che aveva un’anima d’acciaio. Senza di essa, sarebbe crollata molto tempo fa.

Nonostante si ascoltino ambo i protagonisti, il Pov predominante è quello di Richard, ed è anche quello più atteso.
Mi è piaciuto entrare nella sua mente ed è stato bellissimo e mai noioso guardare il mondo attraverso i suoi occhi, crescere con lui e veder diventare grande il suo attaccamento a Katy e ai valori della famiglia che non ha mai avuto.
Attanaglia lo stomaco veder cambiare un uomo troppo spaventato anche solo per considerare di poter amare ed essere amato. Da freddo e burbero, inizierà a provare empatia, tenerezza, affetto…amore.

Ricordo che, quando ero adolescente, adoravo cercare nella libreria di mia madre quegli Harmony in cui il milionario prendeva una ragazza qualunque, magari povera, e la faceva diventare una regina. Avete presente? Quei romanzi che hanno in sé un po’ di Cenerentola e un po’ di Pretty Woman, la giusta dose di favola rosa che ti fa sognare di essere proprio tu la prossima a cui la vita regalerà un fighissimo principe azzurro, ricco come Creso che ti rivoluzionerà l’intera esistenza!
Affari d’amore è esattamente quel genere di libro, ma in più ha quel “che” di piccante per cui la Viv adolescente avrebbe pagato a peso d’oro e in cui la me attuale si crogiola come una lucertola al caldo sole d’agosto!

VOTO:

4emezzo

SENSUALITA’:

3

VOTO RICHARD:

corona5

VOTO KATY:

5

RECENSIONE A CURA DI:

Viv2

EDITING A CURA DI:

Rebirth2

REVIEW PARTY: “BACK TO THE LAKE” DI DARIA TORRESAN

back-to-the-lake-card-reviewles.jpg

TITOLO: BACK TO THE LAKE

AUTORE: DARIA TORRESAN

EDITORE: SELF PUBLISHING

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE

PUBBLICAZIONE: 22 NOVEMBRE 2019 

Trama

L’amore è la peggiore delle puttane. In un modo o nell’altro riesce sempre a fotterti.
Jay ne è convinto, per questo dalle donne prende solo la parte più divertente: il sesso. Le paranoie e le complicazioni? Le lascia agli altri. Ancora non sa, però, che la vita ha in serbo per lui due incontri inaspettati: Ashlie, una romantica studentessa così innocente da farti desiderare di essere un supereroe pur di correre ogni volta a salvarla, e Belle, una misteriosa escort di lusso che fa dell’aura che la circonda un’affilata arma di seduzione.
Due ragazze agli antipodi, due rapporti profondamente differenti, eppure capaci di far riscoprire a Jay quanto sia semplice assaporare la compagnia di una donna senza sentirsene intossicato.
Chi, tra le due, sarà in grado di spezzare la dura scorza della sua diffidenza fino ad arrivare al suo cuore?
Inutile fuggire cercando un rifugio nella sicurezza che la sua libertà gli ha sempre garantito: quando l’amore ti trova, non c’è nessun posto abbastanza sicuro dove nascondersi.

Recensione

Ben ritrovati Dreamers,
oggi sono qui con voi in occasione del review party organizzato per il nuovo romanzo autopubblicato da Daria Torresan.

In realtà questo suo romanzo non è alla sua prima stesura, la storia di Jay era stata già pubblicata qualche anno fa con il titolo “Between: Sospeso Fra Due Cuori”, ma l’ autrice ha voluto rinnovare e ampliare la storia dandole una nuova occasione per essere conosciuta.

E per questo devo ringraziarla perché, probabilmente, se non l’avesse riproposta non avrei avuto l’opportunità di leggerla.
Back to the lake” è un romanzo fresco, dinamico, intrigante, con le sue sfumature passionali e con una carica sessuale non indifferente, alleggerita dalla simpatia del protagonista e dei suoi goliardici amici.

Non è inusuale trovare un protagonista maschile che rifugge ogni legame sentimentale, e che non vuole assolutamente mettere la testa a posto.

L’ amore non fa per lui, ne è fermamente convinto, ma è soddisfatto di come riesce a gestire la sua vita.

“Io non avevo desideri da avverare, avevo già tutto. Un ottimo lavoro, dei buoni amici e donne a palate.”


Inusuale è però ciò che la fervida immaginazione dell’autrice ordisce per scardinare le sue certezze.
Non una ma ben due ragazze, in modi completamente opposti, lo destabilizzeranno emotivamente, offrendogli una il romanticismo e la prospettiva di una storia d’amore e l’altra del sesso coadiuvato da un’empatia mai provata in tutta la sua onorata carriera di sesso occasionale.

“Belle e Ashlie, pensai, erano un mistero per me, ognuna per motivi differenti, ma dovetti ammettere con me stesso che entrambe avevano risvegliato un Jay dormiente e sconosciuto.” Per la prima volta in vita sua si sentirà vuoto, incompleto e desideroso di … “trovare il tassello che mancava per raggiungere quella sensazione di pienezza che, tutto d’un tratto, sembrava essere indispensabile.”


Non sarà per niente facile raggiungere il suo obiettivo di pienezza, vuoi per le sua riluttanza ad abbandonare la confort zone in cui si è rifugiato fino alla soglia dei suoi trentatré anni, vuoi perché la ♥ perfida ♥ Daria non gli agevolerà il cammino.
Non posso dirvi di più, ma sappiate che l’asso pigliatutto che concluderà questa partita a tre sarà talmente disturbante – quindi per me degno di nota – e oltremodo scomodo, da rendere ancora più difficile per Jay trovare la soluzione ad un futuro sentimentale, forse, per sempre compromesso.

«Proviamoci» sussurrai. «Non ti prometto nulla, perché davvero in questo momento ho un maremoto nella pancia e un caos nella testa, ma se non do a questa storia una possibilità, mi chiederò per sempre come sarebbe potuta andare.»

A chi saranno rivolte queste sue appassionate parole?
E quale risposta riceverà dalla destinataria della sua stravagante dichiarazione d’ amore?
Domande che avranno risposte solo nel momento in cui vi ritroverete a divorare pagina dopo pagina questo romanzo.


Buona lettura e buona scoperta… !!

VOTO:

4

SENSUALITA’:

4emezzo

VOTO JAY:

corona4

RECENSIONE A CURA DI:

Sienna2

EDITING A CURA DI:

Candy2

 

REVIEW PARTY: “IL RE DI WALL STREET” DI LOUISE BAY (ROYAL COLLECTION #1)

il-re-di-wall-street-card-reviewles.jpg

TITOLO: IL RE DI WALL STREET

AUTORE: LOUISE BAY

SERIE: ROYAL COLLECTION #1

EDITORE: ALWAYS PUBLISHING

COLLANA: ALWAYS ROMANCE N.26

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE 

PUBBLICAZIONE: 05 DICEMBRE 2019

Trama

È il re di Wall Street… ma non può nulla contro l’amore.

Max King è il banchiere d’investimento di maggior successo di New York. La sua reputazione di re di Wall Street, esigente, implacabile e scaltro negli affari, lo precede. Max ha sempre ragione e richiede il massimo dai suoi clienti e dai suoi dipendenti.

Ma nessuno sospetta che il suo lavoro più duro inizi dopo aver lasciato il suo impero: come padre single di una figlia di quattordici anni, Amanda, che è del tutto immune alla sua autorità. A casa è lei a dettare le regole.

Max non ha tempo per le relazioni che durino più di una notte. Vive in due mondi, che mantiene rigorosamente separati. Fino a quando proprio nell’ascensore del suo palazzo, non incontra Harper Jayne.

La sua nuova impiegata, nonché la donna più esasperante con cui abbia mai lavorato. La sua timida bellezza ha reso Max disperato: lo distrae durante il giorno e gli ruba il sonno di notte, la sua ansia di compiacerlo e di fare una buona impressione lo irritano. Harper è stata una spina nel fianco fin dal primo giorno di lavoro, e per questo Max si è ripromesso di tenerla a distanza in ogni modo possibile.

Ora è chiaro che le barriere tra i suoi due mondi sono destinate a crollare. Ma il Re di Wall Street si farà mettere in ginocchio da una brillante e ambiziosa regina?

Da nemici ad amanti negli scintillanti uffici di Wall Street: una storia d’amore tutto pepe perfetta per far sognare e divertire le più romantiche.

Recensione

“…se vuoi imparare e crescere, combinare casini è inevitabile.”

Un uomo di potere che ha sempre ottenuto tutto ciò che voleva, una figlia adolescente che sa come farsi amare e fare impazzire suo papà, un’impiegata bella e intelligente che lo affascina e lo tenta a ogni incontro, questi sono gli ingredienti piccanti di questo office romance che sono certa vi piacerà!

La cosa che più mi ha intrigata di questo romanzo, sin dalla trama, era la possibilità di vedere un protagonista maschile alle prese con una ragazzina di quattordici anni, inseriteli poi in un contesto fatto di lusso, affari e Manhattan e non riuscirete ad essere affini ai tanti grattacapi di Max King.

“Lei era l’unica cosa importante della mia vita e la ragione per cui non c’era mai stato spazio per nessun altro.”

Lui, un uomo tutto di un pezzo, un banchiere tra i più quotati, non a caso Il Re di Wall Street. Una vita dedita al lavoro e alla sua Amanda, croce e delizia della sua esistenza. Max è il prototipo del maschio Alpha, quello che non ha bisogno di pregare per ottenere, sa quali sono le cose che contano e farsi sfiorare anche solo dall’idea di avvicinarsi a una sua dipendente è qualcosa che lo sconvolge.

“Il mio dito scese fin nell’incavo alla base della gola. Era come una droga. Ogni dose di lei me ne faceva desiderare altre. Rincorrevo lo sballo– il suo sballo.”

Harper Jayne ha realizzato il suo sogno quando è stata assunta alla King & Associates, l’uomo che ne è al comando è sempre stato una sorta di guru, ma lavorare fianco a fianco mostra delle lacune caratteriali che irriteranno notevolmente la nostra stagista. Quando quello che sembra indifferenza e sgarbo si trasforma in elettricità che supera barriere e imposizioni, quando un bacio scatena una collisione sensuale a cui nessuno dei due riesce a dare un freno, è proprio lì che quello che da sempre era un rapporto di lavoro diventa un campo minato dove solo il cuore più coraggioso e impavido potrà sopravvivere.

“Volevo a tutti i costi lavorare per Max King sin da prima che mi iscrivessi alla facoltà di economia. Lui era la potenza dietro le quinte di tante delle storie di successo di Wall Street degli ultimi anni.”

Louise Bay ci racconta una storia per molti versi semplice, il classico libro di cui ci si innamora proprio per la sua immediatezza. I colpi di scena e le incursioni dei personaggi secondari sono tutte ben calibrate. Non riuscirete a non sorridere davanti a un Max esasperato dalle richieste della figlia, e allo stesso tempo vi scioglierete nel vederli insieme, nel riconoscere l’amore di un padre così dolce e totalizzante, senza perdere mai il suo lato burbero e indisponente. Dall’altra parte sarà bello vivere il rapporto di profonda amicizia che lega Harper a Grace, quel legame che va oltre il sangue, quella sorta di sorellanza scelta e voluta che vi farà tenerezza e vi riempirà di speranza.

Insomma, un primo libro per questa serie “Royal Connection” che vi consiglio calorosamente, che fa da apripista per altre storie sempre autoconclusive che speriamo la Always Publishing ci porti presto, perché dopo aver adorato il Re di Wall Street, la sua Regina e la loro Las Vegas, sono a dir poco curiosissima di conoscere qualsiasi altra autorità di questo mondo così patinato ma allo stesso tempo così tanto romantico e passionale!

«Una volta non è mai abbastanza con te. Ho bisogno di te per tutto il tempo, per sempre.»

VOTO:

4emezzo

SENSUALITA’:

4

VOTO MAX:

corona4

VOTO HARPER:

4

RECENSIONE A CURA DI:

Rebirth2

EDITING A CURA DI:

Candy2

REVIEW TOUR: “LEGATI DAL DOVERE” DI CORA REILLY (MAFIA CHRONICLES #2)

Legati dal dovere-CARD

TITOLO: LEGATI DAL DOVERE

AUTORE: CORA REILLY

SERIE: MAFIA CHRONISLES #2

EDITORE: HOPE EDIZIONI

GENERE: MAFIA ROMANCE

PUBBLICAZIONE: 29 NOVEMBRE 2019

Trama

Sono passati quattro anni da quando Dante Cavallaro è rimasto vedovo. Ora, L’Organizzazione è pronta a eleggerlo come Capo e ogni Uomo d’Onore che si rispetti ha bisogno di una moglie accanto in grado di dargli un erede. Valentina pare la scelta perfetta: giovane, anche lei vedova, proveniente da una famiglia rispettata. Tutti requisiti perfetti per un matrimonio di convenienza.

Valentina sogna un matrimonio in piena regola, desidera un rapporto coniugale che vada oltre l’indifferenza, vuole un marito che la soddisfi. Dante deve starle alla larga, non può permettersi di provare attrazione verso sua moglie, figuriamoci dei sentimenti.

In una Chicago che la vorrebbe solo come moglie trofeo, Valentina dovrà fare i conti con il passato, che torna a bussare alla porta e con un marito che vorrebbe conquistare, che la guarda come se non esistesse, ma la possiede come se fosse stata sua da sempre.

 

Recensione

Con mio forte disappunto, questo secondo volume è dedicato a Dante e Valentina anziché a Gianna e Matteo, di cui sono curiosissima di leggere la storia.

Nel primo volume ho trovato i loro personaggi poco intriganti e non mi aspettavo che si parlasse subito di loro, anche se, parlando di due fazioni che si uniscono, era giusto che stavolta toccasse al nuovo boss della mafia di Chicago fare da padrone in questo libro.

 

Mi convessi un momento per ammirarlo nel suo completo nero: aveva un aspetto forte e sofisticato, intoccabile. Un uomo di ghiaccio, freddo, impassibile e controllato.

 

Ad ogni modo il romanzo è ben caratterizzato e l’autrice ha una penna scorrevole che non ti annoia, anche se non mi ha conquistata come il volume precedente.

Dante è un uomo ancora in lutto per la morte della moglie. Definito l’uomo di ghiaccio, ha uno sguardo indecifrabile dietro cui cela ogni emozione. Come ci si aspetta da un bravo figlio, si prepara a subentrare al padre diventando il nuovo leader della sua fazione, ma con l’intento di apportare dei cambiamenti.

Anche Valentina è in lutto per la morte del marito ma nasconde un segreto che innescherà tutta la trama del libro. 

Ho molto apprezzato il personaggio femminile del romanzo, l’ho trovata una donna forte e rivoluzionaria nel suo piccolo, come ogni donna dovrebbe essere.

Anche questa volta si parla di matrimoni combinati e mi mette sempre i brividi pensare al modo in cui le donne vengano trattate in queste situazioni.

 

Mentre il prete parlava, continuavo a guardare Dante, e l’espressione sul suo volto mi spezzò il cuore. Di tanto in tanto i suoi occhi si riempivano di tristezza. Avevamo entrambi perso qualcuno, ma per Dante, se i pettegolezzi erano fondati, si era trattato dell’amore della sua vita. Avrei mai potuto reggere il confronto?

 

Cora ci riporta nel mondo nascosto della mafia, fra intrighi e tradimenti, ma a mio avviso con meno entusiasmo rispetto alla storia di Aria e Luca. 

Pur apprezzando moltissimo la risolutezza di Valentina, che solleva le sorti della trama un po’ piatta di questo volume, non sono riuscita a farmi del tutto coinvolgere. Finale molto dolce ma anche piccante.

Spero che il terzo libro della serie mi smentisca. 

 

VOTO:

3emezzo

SENSUALITÁ:

3

VIOLENZA:

1

VOTO PER DANTE:

corona3

VOTO PER VALENTINA:

5

RECENSIONE A CURA DI:

Sarah2a

EDITING A CURA DI:

Miky2

REVIEW PARTY: “BOSS” DI SC DAIKO

boss-card-reviewles.jpg

TITOLO: BOSS

AUTORE: SC DAIKO

EDITORE: QUEEN EDIZIONI

GENERE: MAFIA ROMANCE 

PUBBLICAZIONE: 26 NOVEMBRE 2019 

Trama

Taras è un boss della mafia russa, un uomo oscuro e pericoloso. Il bene e il male sono sempre in lotta dentro di lui. Quando Zoe viene assunta come tata, non può immaginare in che guai si sta cacciando. Agli occhi di Taras è una ragazza impertinente con la voce di un angelo e il corpo di una dea. Per quanto sia tentato da quella donna, non vuole cedere perché pensa che sia sbagliato. Ma ben presto scoprirà che cosa conta davvero e che le bugie peggiori sono quelle che racconta a se stesso.

Recensione

Bentornate Dreamer!

Oggi vi parlo del libro Boss, un mafia romance scritto da SC Daiko e pubblicato in Italia dalla Queen Edizioni.

Seppur con un inizio un po’ tentennante, questa storia è riuscita a riservarmi non poche sorprese, concentrate soprattutto nella sua seconda metà, al punto di arrivare a lasciarmi col fiato in sospeso.

“Taras Melekhov. Trentadue anni. Boss della Batva, un’organizzazione criminale russa.”

È la storia di Taras, un boss della mafia russa che vive sul suolo americano, ma al di là di questo, di quello che lui rappresenta, questa è soprattutto la storia di un uomo che, sicuramente con non poche difficoltà, riesce a ritrovare se stesso, a far riaffiorare quella parte di lui che da anni tiene nascosta per auto proteggersi ma soprattutto per proteggere le persone a lui care. È la storia di un uomo a cui viene tolta, giorno dopo giorno, pezzo dopo pezzo, una piccola parte dell’armatura dietro cui si nasconde e a far questo è solo lei, Zoe, la nostra giovane ma tenace protagonista, nonché nuova tata della figlia dodicenne di Taras.

“Era sbagliato.

Tutto sbagliato.

Allora, perché mi sembrava tutto così perfetto?

Taras era un mostro, uccideva persone o almeno ordinava che fossero uccise. Era pericoloso, un criminale.

E lo amavo.”

A noi Taras ci viene presentato come un uomo chiuso, distante persino dalla sua stessa figlia, ma Zoe, con il suo coraggio, la sua insistenza, riesce a far breccia in quest’uomo, a conquistarne il suo cuore ma soprattutto a ridefinirlo nel suo ruolo di padre, un padre che ama smisuratamente sua figlia ma che non è mai riuscito a dimostrarglielo, preferendo, per ragioni sue, mantenerne le distanze.

La relazione tra Zoe e Taras non è delle più semplici; entrare a far parte della vita di un mafioso, rischiare di venir presa di mira dai suoi spietati nemici non era il sogno di Zoe quando ha lasciato la sua terra, l’Inghilterra, desiderosa unicamente di poter aiutare economicamente la sua famiglia. Ma la costante vicinanza con Taras e di conseguenza la percezione del suo vero io, abbatte e annulla tutte le reticenze che una persona normalmente avrebbe provato.

“Non importava quanto fosse cattivo Taras con me, ne ero dipendente; sapevo bene che avrebbe spezzato il mio cuore, ma fino a che durava io non volevo rinunciarci.

Che stupida.”

Ecco forse questo è l’aspetto che mi è piaciuto meno della storia e che ho trovato eccessivamente romanzato. La nostra protagonista sa benissimo chi sia Taras prima di accettare il lavoro, sa benissimo quale sia la sua reputazione, ma nonostante questo non si fa grossi problemi o grandi preoccupazioni, a differenza di quello che sarebbe normale. Insomma, stiamo pur sempre parlando di un mafioso russo, che lei tra l’altro non ha mai visto, non di un impiegato qualunque.

Detto ciò comunque, l’autrice è riuscita a regalarci dei protagonisti che lasciano il segno e che noi riusciamo a comprendere ancora meglio grazie soprattutto al doppio pov con cui il libro è scritto.

Lasciatemi essere sincera però: sebbene Zoe mi sia piaciuta per la sua lealtà e la sua tenacia, è Taras che mi ha completamente conquistato. Nonostante il suo ruolo, nonostante il fatto che le sue mani siano imbrattate di sangue, nonostante le sue numerose attività illegali, è stato lui ad avermi completamente ammaliato. Dietro questa scorza intrisa di criminalità vive un uomo con un proprio codice morale, un uomo che farebbe di tutto per le persone che ama, sua figlia e Zoe su tutti. Un uomo coraggioso, forte, temuto, ma allo stesso tempo tormentato dalla possibilità di non riuscire a proteggerle dai suoi nemici.

Insomma dreamers se siete desiderose di una storia d’amore, ricca di eros, dove il lupo cattivo ha paradossalmente un cuore grande capace di far palpitare anche il vostro di cuore, questo libro è quello che fa per voi.

Buona Lettura.

VOTO:

4

SENSUALITA’:

4

VIOLENZA:

3

VOTO TARAS:

corona4,5

VOTO ZOE:

4

RECENSIONE A CURA DI:

Miky2

EDITING A CURA DI:

Candy2

boss-banner-2.jpg

REVIEW PARTY: “EFFETTO EX” DI KARLA SORENSEN (SERIE WASHINGTON WOLVES #2)

effetto-ex-card-reviewles.jpg

TITOLO: EFFETTO EX

AUTORE: KARLA SORENSEN

SERIE: WASHINGTON WOLVES #2

EDITORE: SELF PUBLISHING

TRADUTTORE: PAOLA CICCARELLI

GENERE: SPORT ROMANCE

PUBBLICAZIONE: 06 NOVEMBRE 2019

Trama

Il titolo dell’articolo potrebbe recitare così:
Matthew Hawkinscelebre defensive end, torna in campo per giocare con i Washington Wolves.
Il che va benissimo per Ava Baker, poiché ciò rende più facile il suo lavoro come PR della squadra.
Ci sono solo due problemi.
Uno: questo giocatore di football è stato la sua prima cotta.
Due, nonché il più serio: Matthew Hawkins un tempo era fidanzato con sua sorella maggiore.
Sono passati dieci anni dall’ultima volta che Ava ha visto Matthew. Adesso lui è più grande, più attraente e, soprattutto, single.
Nonostante i trascorsi con sua sorella, l’attrazione tra Ava e Matthew non è più tanto unilaterale.
Anzi, è abbastanza infuocata da bruciare l’intera città di Seattle.
Tuttavia, questo articolo è molto più complicato da scrivere. E non soltanto a motivo della stampa o di ciò che questo significa per la sua famiglia. Perché una volta che il suo cuore entra in gioco, è impossibile prevederne il finale.

Recensione

“La presenza dell’amore nella tua vita con la persona giusta era vitale. Se non ce l’avevi, il tuo cuore non batteva in maniera corretta, il sangue nelle tue vene non si muoveva nella giusta direzione, e le tue ossa sembravano deboli e fragili.”

Il libro di cui vi parlo oggi è “Effetto Ex” di Karla Sorensen, tradotto per noi da Paola Ciccarelli, la storia di Matthew e Ava vi sorprenderà in questo secondo volume della serie Washington Wolves.

Immaginate di ritrovarvi a fare i conti sul posto di lavoro con quel ragazzo che dieci anni prima vi aveva fatto battere forte il cuore per la prima volta. Lo stesso ragazzo così comprensivo e amorevole, e allo stesso tempo intoccabile perché era il fidanzato di tua sorella. Ora cercate di figurarvelo uomo, atletico, forte e possente, con lo stesso sguardo e lo stesso sorriso incantevole di un tempo e sono certa che riuscirete a sentire il cuore di Ava che tambura forsennato nel suo petto.

“Quel petto… Avrebbe dovuto esserci un tempio da qualche parte dedicato alla parte superiore del corpo di Matthew Hawkins. Una mostra in un museo con luci luminose e cartelli che spiegavano perché la curva delle sue spalle era perfettamente proporzionata alla rotondità dei suoi muscoli sotto la maglietta, alla pienezza dei suoi bicipiti che tendevano al massimo il tessuto.”

Perché trovarsi faccia a faccia con il primo amore non è una cosa semplice, soprattutto se a lui sono legati tanti piccoli ricordi. Ma anche Matthew non ha dimenticato quel periodo, o meglio ci ha provato, ma nel rimuovere il passato ingombrante di certo non ha cancellato la piccola Ava. Rivederla donna in carriera, bellissima e assolutamente appetibile, fa accendere in lui un bisogno di riscoprirla e di conoscerla in questa sua nuova veste, che sarà solo il preludio per una storia che tra passione, segreti, dubbi e malintesi vi accompagnerà tra le pagine di questo romanzo che sono certa amerete quanto me.

“Lei era il quarterback, la sua fotocamera la linea offensiva davanti a lei, e io non riuscivo a capire in quale direzione si sarebbe mossa. Per un uomo come me, competitivo fino al midollo, era una sfida che non potevo ignorare.”

La Sorensen riesce, con la sua scrittura diretta e frizzante, a portare il lettore all’interno della storia, vi piacerà da matti rientrare nello stadio dei Washington Wolves, ritrovare alcuni personaggi più o meno conosciuti. Uno in particolare sono certa attirerà prepotentemente la vostra attenzione, e sappiate che sarà proprio, per nostra fortuna, il protagonista del prossimo capitolo di questa serie.

“Le persone si dimenticano che il ragazzo tranquillo in un angolo di solito è tranquillo perché così può osservare gli altri.”

La storia di Ava e Matthew ha dei passaggi obbligati tra passato e presente, attimi di incertezza dovuti a una situazione scomoda amplificata da una famiglia che finge di non vedere oltre gli stereotipi. Ava avrà modo di vivere un amore che all’inizio assomiglia a una favola, Matthew dal canto suo ritroverà in lei quella sicurezza e quel bisogno di amore e di amare che lo avevano tempo indietro disilluso, ma come sappiamo non sempre è tutto rose e fiori ed è proprio da qui che inizieranno i loro guai che, senza ombra di dubbio, seguirete con molta attenzione anche grazie ai pov alternati dei due protagonisti.

“Dannazione a lui e alla sua voce. La sentii dappertutto. Sulla mia pelle. Sulle mie labbra. Su ogni singolo pelo che si rizzò sulle mie braccia. Proprio in mezzo alle gambe. La sua voce era una vera e propria forza della natura, per la miseria.”

Quindi, care Dreamers, vi consiglio questo romanzo innanzitutto perché gli sport romance sono il mio pane quotidiano, ma soprattutto perché questa storia e in generale questa serie hanno uno stile così immediato e convincente da non poter far a meno di volere presto il prossimo volume!!!

Buona Lettura!

“Matthew Hawkins aveva una sorta di magia dentro di sé, forse una di cui nemmeno lui era a conoscenza, per essere esattamente ciò di cui avevo bisogno e per dire esattamente ciò che avevo bisogno di sentirmi dire.”

VOTO:

4emezzo

SENSUALITA’:

3emezzo

VOTO MATTHEW:

corona4,5

VOTO AVA:

4

RECENSIONE A CURA DI:

Rebirth2

EDITING A CURA DI:

Candy2