RECENSIONE: “MALEDETTO MARGARITA” DI SARA S.

maledetto-margherita-card-reviewles.jpg

TITOLO: MALEDETTO MARGARITA

AUTORE: SARA S.

SERIE: AUTOCONCLUSIVO

EDITORE: COLLANA DIGITALE BRIGHTLOVE (PUBME)

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE – CHICK-LIT

PUBBLICAZIONE: 13 MAGGIO 2019

Trama

Dieci milioni di dollari e una casa editrice in eredità. Un sogno che si avvera, direte voi. E, in effetti, lo sarebbe anche per l’impacciata ventiduenne Sarah Jessica Torres, se non fosse che di editoria non ci capisce assolutamente nulla. Se poi, a remarle contro, ci si mette anche un presuntuoso, arrogante ed illegalmente sexy barman dagli occhi verdi, allora per la nostra Sarah le cose si complicheranno e non poco. Il bello degli imprevisti, però, è che forse rendono la vita un po’ più dolce, proprio come un galeotto Margarita, pronto a far girare la testa ad entrambi. Tra battibecchi infuocati, gelosie esplosive e baci al sapore di vaniglia, Sarah e Brandon ci faranno fare un giro sulle montagne russe dell’amore, con tanto di alti e bassi e vuoti d’aria. Ma se Brandon nascondesse una profonda tristezza, dietro quegli occhi da seduttore? E se Sarah, fosse l’unica in grado di farlo tornare a sorridere? Spesso, il nostro passato, rischia di farci a pezzi, ma l’amore, a volte, è l’unica cosa in grado di rimetterli insieme.

Recensione

Sarah Jessica Torres ha ventidue anni, fa la gelataia e non ha un soldo.

All’improvviso viene convocata dal notaio di famiglia e scopre che il nonno paterno è venuto a mancare lasciandole in eredità una quantità spropositata di denaro, con una piccola clausola da rispettare: la nipote dovrà prendere il suo posto come direttrice della Casa Editrice Campel.

Proprio lei, che di editoria non capisce un fico secco. Ma Sarah non si perde d’animo, accetta l’accordo e inizia a spendere i soldi dell’eredità in un locale chiamato Pacha assieme alla sua migliore amica.

Peccato però che le basti un semplice Margarita per ubriacarsi e non ricordare più nulla del resto della serata, come per esempio perché la mattina dopo debba svegliarsi su un divano non suo, a casa del sexy barista che l’ha servita al locale la sera prima.

Ma non finisce qui, perché il destino è pronto a giocarle un altro brutto scherzo, dal momento che il sexy barista in questione, che si chiama Brandon Sullivan, è anche il primo dei candidati che si presenteranno a colloquio l’indomani presso la sua nuova casa editrice.

Volente o nolente Sarah sarà costretta ad assumerlo, nonostante quel ragazzo sia così maledettamente irritante, perché Brandon conosce il suo segreto… un segreto che la diretta interessata gli ha spiattellato durante la sbornia della sera prima. 

Il rapporto tra i due protagonisti è fin da subito vivace e frizzante, con battute al vetriolo che, in un primo momento, sembrano esprimere fastidio e disprezzo reciproci ma in realtà celano un’attrazione che nessuno dei due vorrebbe provare. 

Il fatto che Brandon sappia benissimo che Sarah è totalmente incapace nel suo ruolo di direttrice, rende le sue frecciatine nei confronti di lei ancora più spassose e spietate.

Eppure lui non approfitta mai completamente del suo vantaggio, anzi… il più delle volte si comporta come un eroe dall’armatura scintillante, sempre pronto ad accorrere in aiuto di Sarah per rimediare a situazioni potenzialmente catastrofiche, con una dolcezza e una bontà d’animo che lo renderanno ancora più speciale ai nostri occhi. Perché Brandon Sullivan è un ragazzo fantastico. E sono convinta che anche voi sentirete come me la terribile mancanza del suo sensuale e tenerissimo punto di vista in più di un’occasione.

«Ti odio, Brandon Sullivan. Cristo, quanto ti odio».

«Odi et amo», dice lui con tono teatrale. «Mai sentito parlare di Catullo, Paris?».

«E tu hai mai sentito parlare di vai al diavolo?».

In mezzo a mille battibecchi, situazioni un po’ bizzarre, prepotenti gelosie e un malinteso che mi ha fatto quasi venire una gastrite, Sarah e Brandon troveranno un’intesa perfetta che li porterà a provare un sentimento molto profondo, ma del tutto sconveniente. Perché lei è il suo capo e lui è uno spregiudicato donnaiolo che ha alle spalle un segreto delicato e ingombrante. 

E questo non è un problema.

E’ un disastro coi fiocchi che condurrà inevitabilmente a un cuore tradito e spezzato: quello di Sarah, ovviamente.

Ho adorato tutto di questo vivacissimo romanzo. Tutto.

Compresi i suoi folli personaggi secondari che ci fanno gustare ogni scena con un immancabile sorriso sulle labbra.

Ma la migliore in assoluto resta lei, Sarah Jessica Torres. 

Perché lei è una di noi. Perché è un’imbranata all’ennesima potenza. Perché è lontana anni luce dalle protagoniste femminili perfette e irraggiungibili. Perché, tra semplici gaffe e figuracce colossali, Sarah sbaglia in continuazione. Nel modo più schietto e divertente che si possa immaginare. Perché sa benissimo di essere un disastro nel ruolo di direttrice eppure, nonostante le difficoltà e i momenti di sconforto, saprà tenere duro e combattere per ciò in cui crede.

Ebbene sì, ho dato cinque – il massimo dei voti – a una commedia e scommetto che in molte vi starete chiedendo il perché.

Semplice.

Perché in un periodo stressante come questo, avevo proprio bisogno di un libro così, che mi regalasse una ventata di buonumore, che mi facesse sognare e divertire con la sua storia spassosa, tenera e un po’ piccante, così ricca di eventi da non annoiarmi mai. Una briosa e romantica favola moderna il cui protagonista indiscusso non è stato una persona in carne ed ossa, ma un cocktail chiamato “Margarita” in grado di combinare più danni di un vero e proprio terremoto.

Ma sappiate che esistono danni… e “Danni”.

Perché, se tutti i disastri fossero così dolci, gustosi e scoppiettanti, il mondo sarebbe davvero un posto migliore e vivremmo tutti col sorriso sulle labbra e il cuore più leggero. 

VOTO:

5

SENSUALITA’:

3

VOTO BRANDON:

corona4,5

VOTO SARAH:

5

RECENSIONE A CURA DI:

Lexie2

EDITING A CURA DI:

Candy2

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...