RECENSIONE: “L’ AMORE E’ SEMPRE IN RITARDO” DI ANNA PREMOLI

l'-amore-è-sempre-in-ritardo-card-review-les

TITOLO: L’AMORE E’ SEMPRE IN RITARDO

AUTORE: ANNA PREMOLI

EDITORE: NEWTON COMPTON EDITORI

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE

PUBBLICAZIONE: SETTEMBRE 2018

Trama

I primi amori sono di solito un dolce ricordo, capace di far sorridere. Non per Alexandra Tyler: Norman Morrison, il migliore amico di suo fratello Aidan, l’ha rifiutata senza tante cerimonie dopo che lei ha trascorso l’adolescenza a corteggiarlo e a comporre per lui terribili lettere d’amore in rima. Ogni volta che lo vede – anche ora che è una donna adulta e sta finendo un dottorato in Geologia alla Columbia – non riesce proprio a controllare il malumore. Le sue storie sentimentali sono state tutte un fallimento. E la colpa, secondo Alex, è proprio di Norman. Quando, stanca di incontri poco entusiasmanti, decide di prendersi una sacrosanta pausa dal complicato mondo degli appuntamenti, Norman, altrettanto stufo di pranzi tesi in casa Tyler, le propone una tregua: lasciarsi il passato alle spalle e provare a comportarsi in modo almeno amichevole. Alex non può tirarsi indietro di fronte a quella che per lei suona quasi come una sfida: trattarlo in modo cordiale in fondo non dovrebbe essere così difficile. O almeno, questo è quello che crede…

Recensione

Bentornati Dreamers!

Oggi sono qui a parlarvi dell’ultimo, bellissimo romanzo dell’italianissima Anna Premoli che, ancora una volta, non delude i suoi fans e scrive una storia destinata a restare nel cuore.

Chi mi conosce lo sa, quando vedo una storia d’amore che ha radici lontane come questa, proprio non riesco a resistere e parte il click “compra subito” in automatico!

E quella narrata in questo libro rientra decisamente nella categoria!

Alexandra è da sempre innamorata di Norman – il migliore amico di suo fratello – il suo sentimento sboccia in tenerissima età e cresce quasi ossessivamente insieme a lei che, nonostante riceva in cambio poco più che indifferenza, investe la maggior parte della sua adolescenza nel tentativo di conquista, con sempre più scarsi risultati che culminano in un colossale rifiuto generando l’odio. Perché – si sa – niente è più pericoloso di una donna rifiutata, non importa quanto valide siano le motivazioni alla base del rifiuto: bisogna prepararsi alla guerra.

“Dei diciassette anni che lo conosco, infatti, ne ho spesi ben nove a venerarlo peggio di una mucca in India e altri otto a odiarlo nemmeno fosse un serial killer.”

Norman Morrison è un uomo serio e distinto, non credo di aver mai conosciuto un protagonista come lui, veste come se provenisse da un’altra epoca (indossa solo completi a 3 pezzi perfettamente stirati) nonostante abbia solo trentasei anni, e vive con la testa sempre abbassata in un libro. È il protagonista meno “bello e impossibile” che io abbia mai conosciuto. Non è atletico, non è ricchissimo, non è uno sciupafemmine, non ha quella parlantina sexy che tanto affascina le lettrici romance eppure…mi ha conquistata anima e cuore con la sua concretezza, la sua intelligenza al limite del nerd e il suo spirito di avventura pari a zero che metterà in gioco solo ed esclusivamente per amore. Un amore di cui non si è mai sentito all’altezza.

“Non so bene chi abbia messo in testa all’umanità intera che frequentare la palestra faccia bene alla salute. Personalmente, mi pare di rischiare la vita tutte le volte che ci metto piede. Una volta inciampo, una volta per poco non mi spacco la testa… Diciamo che preferirei di gran lunga trascorrere le mie mattinate libere facendo qualcosa di molto meno pericoloso. Tipo leggere. Ecco, un libro non ha mai ucciso nessuno. Persino un cattivo libro, a dispetto di quanto si dica. La palestra, invece…”

Quella descritta in questo romanzo è una storia semplice, che spinge il lettore a porsi diverse domande.

Entrambi i personaggi sono caratterizzati in maniera esemplare e non sarà difficile per il lettore immedesimarsi nel passato di Alexandra, vivere la sua vergognosa cotta infantile e sentirla crescere verso l’amore adulto. Non ho avuto nessun problema neanche a capire, tra una risata e l’altra, il suo periodo di “odio” verso il povero Norman che, dal canto suo, non voleva approfittarsi di una ragazzina infatuata di cui non credeva di meritare l’attenzione ma che vedeva illuminare con la sua luce ogni stanza in cui metteva piede.

Ho trovato tenerissime le insicurezze di Norman e ho adorato che per una volta sia stato il protagonista maschile quello imbranato della coppia.

Consiglio questo libro a tutti coloro che sognano una storia ironica e atipica, di quelle che – rigo dopo rigo – ti spingono a chiederti fino a che punto saresti disposto a spingerti per amore.

VOTO:

5

SENSUALITA’:

3

VOTO NORMAN:

corona5

VOTO ALEXANDRA:

4

RECENSIONE A CURA DI:

Viv

EDITING A CURA DI:

Candy

RECENSIONE: “YES MY LADY” DI MIA ANOTHER

yes-my-lady-card-review-les

TITOLO: YES MY LADY

AUTORE: MIA ANOTHER

SERIE: AUTOCONCLUSIVO

EDITORE: SELF PUBLISHING

GENERE: ROMANCE CONTEMPORANEO, NEW ADULT

PUBBLICAZIONE: 6 OTTOBRE 2018

Trama

Mi chiamo Daniel Ward, e al momento lavoro come maggiordomo per le donne della famiglia Autumn.

Ma non mi trovo qui perché questo è il lavoro dei miei sogni, non mi piace servire il tè e non trovo divertente andare in giro con un completo nero in piena estate: questo è solo un sacrificio necessario per ottenere ciò che voglio davvero.

Tutto sta andando esattamente come avevo previsto, eccetto una cosa, un unico fattore deviante, la variabile che non ho calcolato: Serena.

È giovane, spiritosa, sexy e cerca continuamente le mie attenzioni. Il mix giusto per distogliermi dal mio obbiettivo e farmi licenziare.

Le relazioni tra un maggiordomo e la propria Lady sono vietate. Lo sanno tutti.

Recensione

Quando sento parlare di maggiordomo, la mia mente partorisce subito l’immagine di un distinto signore in avanti con gli anni, magari canuto e baffuto, sempre silenzioso e perfettino, la cui unica mansione consiste nel badare alla gigantesca dimora dei suoi ricchi padroni.

O magari potrebbe trattarsi addirittura del prevedibile assassino di un romanzo thriller, chi lo sa?

E invece no.

Per la gioia dei nostri sensi, Mia Another ha battezzato un nuovo tipo di maggiordomo… giovane, accattivante, sfacciato e intraprendente.

Insomma, deliziosamente fuori dagli schemi.

Signore e signori, ecco a voi Daniel Ward, il ragazzo di ventinove anni che da circa tre settimane serve la ricchissima e spocchiosa famiglia Autumn, un tuttofare sempre professionale, diligente ed impeccabile in ogni aspetto della sua mansione.

Beh, perlomeno questo è ciò che mostra ai suoi nobili datori di lavoro, perché i suoi reali pensieri – che soltanto noi lettori abbiamo l’onore e il piacere di conoscere, grazie a un dinamico cambio di POV – rivelano una personalità ben diversa, molto più cinica, spregiudicata e fin troppo determinata a raggiungere un importantissimo obiettivo che non consiste affatto nel badare alle necessità degli Autumn (non scenderò nei dettagli di proposito, per non rovinarvi la sorpresa legata alla sua reale missione).

Ma Daniel non ha fatto i conti con Serena, la figlia minore della ricca famiglia che lui sta servendo, la giovane fanciulla che, con la sua bellezza, il suo candore e la sua ingenuità, rischia seriamente di farlo uscire di testa, facendolo deragliare completamente dal binario della sua indagine.

È stato delizioso gustarsi la sofferta battaglia interiore del protagonista maschile, uno scontro assolutamente impari tra la necessità di restare professionale ed emotivamente distaccato… e l’irrefrenabile bisogno di toccare con mano quel fiorellino delicato che, al momento opportuno, sa diventare fin troppo provocante.

Sappiate che i pensieri sconci – e del tutto inopportuni – di Daniel vi strapperanno più di un sorriso per tutta la durata del romanzo. Parola mia!

Una protagonista che invece non ha conquistato fin da subito la mia simpatia è proprio Serena, una ragazzina che – per colpa della gabbia dorata in cui quella madre snob e irritante l’ha rinchiusa per anni – sembra quasi una bambina debole, insicura e terribilmente ingenua… così tanto che spesso arrivavo a domandarmi: “Come può una diciannovenne ragionare in questo modo?”

Tra crisi di gelosia, pseudo-fidanzati snob e raffinati eventi mondani, anche Serena inizierà però a mostrare un carattere determinato, diventando maliziosa e intraprendente, una fanciulla disposta a tutto pur di far capitolare quel maggiordomo inflessibile per cui si è presa una grossa infatuazione.

E vi assicuro che ci riuscirà davvero bene, perché la corazza di uomo intrepido e spregiudicato, che Daniel porta sempre con sé, comincerà a mostrare delle crepe, per colpa di un desiderio fisico inopportuno, di un istinto di protezione a dir poco sconveniente e di una dolcezza del tutto insolita per un tipo arrivista e manipolatore come lui. Piccoli segni di debolezza che rischieranno di insospettire parecchie persone, prima tra tutte la burbera e terribile nonna Vanessa, una sorta di arcigno despota in gonnella.

Care lettrici, sappiate che Mia Another c’è riuscita anche stavolta.

A fare cosa? A catapultarmi in una storia tenera e maliziosa, con quella sua penna audace e genuina che mi permette ogni volta di divorare pagine su pagine senza nemmeno accorgermi di essere arrivata alla fine, con dei protagonisti che finiscono sempre per conquistarmi il cuore con un percorso un po’ travagliato e con un finale dolce-amaro… forse più amaro che dolce… ma comunque perfettamente coerente con l’intera storia.

“…non bisogna guardare troppo a fondo negli occhi di un maggiordomo, perché se inizi a vedere l’uomo al di là della divisa, rischi di scorgere sentimenti segreti che non dovresti mai conoscere.”

VOTO:

4

SENSUALITA’:

4

VOTO DANIEL:

corona4

VOTO SERENA:

3

RECENSIONE A CURA DI:

Lexie

EDITING A CURA DI:

Rebirth

 

REVIEW PARTY: “L’AMORE IN GIOCO” DI KATE McCARTHY

review-party-banner-l'-amore-in-gioco-

l'-amore-in-gioco-card-reviewles

TITOLO: L’AMORE IN GIOCO

AUTORE: KATE MCCARTHY

EDITORE: TRISKELL EDIZIONI

GENERE: NEW ADULT – SPORT ROMANCE

PUBBLICAZIONE: 20 DICEMBRE 2018

Trama

La gente adora gli scandali. La caduta di qualcuno all’apice del successo è un titolo da prima pagina. Nessuno lo sa meglio di me. Quella che era iniziata come una promettente carriera nel football del college si è trasformata in uno scandalo.
Essere un eroe è più facile a dirsi che a farsi. Soprattutto quando c’è chi si aspetta di veder fallire il grande Brody Madden. Non desideravo altro che essere il migliore, ed ero disposto a tutto per dimostrare che si sbagliavano. Ma sono andato troppo oltre, ci ho provato troppo, e sono finito in pezzi.
“Al momento di andare in stampa, Jordan Elliott non era disponibile a rilasciare commenti.”
Ho conosciuto Brody Madden all’ultimo anno di college. Australiana con una borsa di studio internazionale, ero una calciatrice che sognava di diventare famosa e non aveva tempo per un wide receiver straordinario ma dal pessimo carattere.
Ma un cuore pieno di ambizione e di desiderio di successo non è fatto di pietra. Sono diventata la sua forza, la sua ossessione, e il più grande amore della sua vita. Solo che non c’ero quando aveva più bisogno di me.
Questa è una storia sull’amore e su un gioco che si prende tutto. In cui il sentiero verso la gloria è lastricato di sacrifici. In cui la pressione ti forma, o ti distrugge, e il trionfo nasce dalle ceneri del fallimento. Dove l’ultima partita di due persone cambierà tutto.

Recensione

“La verità è che una volta pensavo che essere la migliore fosse il massimo che potessi avere. E lo stesso credeva Brody. Ma ci sbagliavamo entrambi.”

Bentornate Dreamers! Grazie alla Triskell Edizioni ho avuto la possibilità di leggere in anteprima il nuovo libro di Kate McCarthy. L’amore in gioco è un mix tra il new-adult e lo sport-romance, ma la caratteristica principale è che questa volta non siamo di fronte a un solo sport ma a ben due.

La nostra protagonista, Jordan, è una giovane ragazza australiana, stella nascente del calcio che proprio grazie alla bravura in questo sport riesce ad ottenere una borsa di studio per proseguire la sua carriera sul suolo americano. È una ragazza pura, solare, schietta, molto legata al fratello, che rappresenta l’unica famiglia ormai rimastale. Lasciare l’Australia non è una decisione che prende a cuor leggero ma inseguire il sogno di una vita prevale sulle mille paure che la accompagnano. È abituata ai sacrifici, ai ritmi estenuanti che questa vita richiede, ma non demorde, punta sempre il suo sguardo verso il futuro, verso la brillante carriera calcistica che desidera e nessuna distrazione potrà mettersi sul suo cammino. Questo fin quando non incontra Brody Madden, il giocatore di football più in vista della squadra del college che entrambi frequentano.

“Come ho permesso che accadesse? Sono volata dall’altra parte del mondo per inseguire un sogno e sono finita con l’amore più sensuale, brillante e dolce che avrei mai potuto incontrare.”

Devo essere sincera; se Jordan è riuscita a conquistarmi da subito e a mantenere perenne la mia opinione su di lei per tutta la storia, con Brody le cose sono andate diversamente. Il suo aspetto fisico contrasta notevolmente con quello che lui realmente è; così massiccio, solido e implacabile all’esterno ma profondamente fragile e ferito nel suo animo. Brody non ha sicuramente avuto, e non ha, una vita facile. Le sue problematiche scolastiche, dovute a una dislessia tenuta nascosta ai più, lo hanno spesso reso oggetto della derisione paterna. Il suo rapporto con i genitori è la causa scatenante che porterà a una serie di eventi dolorosi, non solo per lui, ma anche per tutte le persone che lo amano. Brody, nonostante la sua innata bravura nello sport, vive costantemente con un profondo senso di inadeguatezza: a scuola, come fratello, come amico… come fidanzato. Questa sua estrema fragilità lo porta a compiere errori che mi hanno fatto leggermente cambiare idea su di lui. Insomma, è un ragazzo brillante in molti aspetti, ha l’affetto di molti amici, è amato smisuratamente da una ragazza che farebbe di tutto per lui, rinunciare persino ai suoi stessi sogni pur di stargli a fianco, ma tutto questo non basta per riuscire a fare in modo che lui superi le sue paure, paure che lo porteranno in una inesorabile e inarrestabile discesa verso l’autodistruzione.

Il libro è raccontato con doppio pov dei protagonisti e, per i miei gusti personali, l’ho trovato forse eccessivamente lungo, anche se, a dire il vero, non ci sono descrizioni banali o superflue, avrei semplicemente preferito fosse leggermente più concisa. La storia è scritta molto bene e ci si immerge nel racconto sin dalle primissime pagine. Non mancheranno, inoltre, colpi di scena, alcuni piacevoli altri molto meno, a cui sinceramente mai avrei pensato durante la lettura.

Insomma, per concludere, se il nostro bel giocatore di football avesse trovato la forza di fare determinate scelte un po’ prima, il libro avrebbe sicuramente da me ottenuto un voto più alto. Credo che le storie, anche quelle leggere come i romance, possono, e devono, servire a lanciare determinati messaggi e, sebbene questo particolare libro alla fine dei conti lo fa, per me accade troppo tardi.

A presto Dreamers!

VOTO:

4

SENSUALITA’:

4

VOTO BRODY:

corona3,5

VOTO JORDAN:

4,5

RECENSIONE A CURA DI:

Miky

EDITING A CURA DI:

Candy

COVER REVEAL: “IL PROFUMO DELLE FRESIE” DI DARIO NERI

IL PROFUMO DELLE FRESIE CARD.jpg

TITOLO: IL PROFUMO DELLE FRESIE

AUTORE: DARIO NERI

EDITORE: DARCY EDIZIONI

GENERE: NARRATIVA ROMANTICA

PUBBLICAZIONE: 19 GENNAIO 2019

Trama

La vita di Febe è ormai lontana dalle fantasie che coltivava a vent’anni, poco prima di sposare l’uomo con cui ora non riesce nemmeno più a condividere il letto. Ne ha subite troppe per riuscire a sopportarne gli abbracci sotto le lenzuola, le carezze che nei giorni più scuri si trasformano in schiaffi che le solcano il viso di lacrime. Ed è nelle notti che passa lontano da lui, in silenzio per non farlo svegliare, che sfoga la sua frustrazione sui tasti del computer finché gli occhi non le si inumidiscono. Scrive il romanzo della sua vita e delle sue sconfitte: “Il profumo delle fresie”, col sogno di pubblicarlo quando avrà raggiunto un lieto fine.
Solo i due figli, il timore di non riuscire a prendersene cura, le impediscono di scappare dal marito e la vita di rimpianti che si disperde come il fumo di una sigaretta, di quelle che fuma ogni mattina affacciata al balcone dell’appartamento. Ma è proprio nel ristorante su cui affaccia che lavora il protagonista dei suoi prossimi capitoli: il ragazzo che la spia dal retro del locale mentre scruta il cielo inondandolo di fumo, affascinato dalla sua malinconica bellezza.

Il profumo delle fresie STP WEB

RECENSIONE: “IL PATTO” DI VERONICA DEANIKE

il-patto-card-reviewles

TITOLO: IL PATTO
AUTORE: VERONICA DEANIKE
EDITORE: SELF PUBLISHING
GENERE: EROTIC ROMANCE
PUBBLICAZIONE: 25 NOVEMBRE 2018

Trama

Il gioco della seduzione può essere molto intrigante quando parte da una provocazione. Lo è ancora di più se le differenze tra un uomo e una donna sembrano incolmabili.
«Sette giorni. Questo è il patto che ti propongo. Vivrai con me e potrai osservare il mio stile di vita, quello che faccio. Capire chi sono è il presuntuoso obiettivo che ti offro di perseguire.»
La sua è una sfida, mi sta accusando di leggerezza e la cosa mi irrita.
«Mi occuperò di tutto io. Vedrai che sarà un’ esperienza formativa.»
Il sarcasmo che trasudano le sue parole si propaga nell’aria ed è tossico.
«Siamo d’accordo?» insiste nella richiesta e nel negarmi il suo volto.
Mi stai punendo Mr. Blake?
No, non verrò.
Non ci penso neanche.
Ti piacerebbe?
Non verrò a vivere con te neppure nei tuoi sogni.
«D’accordo!»
Chi è stato a parlare? Io no di certo, ne sono sicura.
Alyssa, una donna vittima dei suoi pregiudizi.
«Non mi ero accorta che ci fosse un altro domatore di tigri ammaestrate. Mi chiedo se tutta questa ostentazione di potere non sia il maldestro tentativo di nascondere una natura debole e bieca.»
Blake Carter, un uomo che conosce il potere: lo governa, ma sa anche cederlo.
«Credevi di indagare me e invece, nel torbido, hai trovato te stessa.»
Un patto che nasconde ragioni oscure.
La scintillante New York fa da cornice a un appassionante gioco dai risvolti inattesi.
E a te, va di giocare?

Recensione

Ciao Dreamers! Oggi sono alle prese con un libro che non appartiene per niente ai generi che preferisco, ma mi piace molto l’autrice che lo ha scritto e quindi, se lei ha accettato la sfida di affrontare un genere diverso, perché io non posso fare lo stesso?

Per questo ho deciso di leggere Il patto di Veronica Deanike, autrice che apprezzo particolarmente per la capacità di dare vita al mondo immaginario attraverso le parole, senza eccedere in dettagli e descrizioni, per cui quando leggo ho l’impressione di vedere e sentire quello che descrive.

Il patto racconta dell’incontro tra Alyssa e Blake, incontro che avviene in circostanze molto particolari e che porta a stipulare un patto che legherà inevitabilmente i loro cuori. Il loro rapporto è emozionante ma frustrante, fatto di inseguimenti, fughe e sesso, tanto, dettagliato e bollente sesso, come in ogni romanzo erotico che si rispetti.

Alyssa è una donna insicura, istintiva, irascibile; ogni sua azione è il riverbero della sua infanzia travagliata che la porta a dubitare di ogni scelta, ma vuole Blake e combatte contro se stessa per averlo.

«Lo vorrei anche io, ma l’hai detto pure tu, sono una codarda. Ho paura di te più di quanto ti desideri.» Sono stata sincera, forse per la prima volta. «Non hai paura di me, ma di te stessa. Possibile che tu non lo abbia ancora capito?»

Blake è l’opposto di Alyssa, letteralmente: sicuro, controllato, imperscrutabile; il controllo per lui è tutto e gli permette di dominare il suo mondo ma non Alyssa.

«Perché ti ostini a tenermi per mano?» «Perché mi piace?» «E quello che voglio io non conta?» «Certo che conta. Ecco perché non ti lascio.» Di cosa mi meraviglio? È Blake.

Con queste premesse non si possono che attendere scintille tra i due e, in effetti, tra Alyssa e Blake non ci sono scintille ma fiamme, un fuoco indomabile che divampa e li divora fin nel profondo.

“Le do un bacio leggero e sussurro al suo orecchio. «Mi piace sentirti soffrire, soprattutto quando lo fai tra le mie braccia.» I nostri corpi fremono. La notte è lunga, chi sarà il primo a cedere? Non mi resta che resistere e aspettare.”

Inoltre, come dicevo, la Deanike ha questo potere descrittivo per cui mentre leggevo avevo l’impressione di vedere Alyssa entrare nella stanza (e di sentire il ticchettio dei suoi tacchi sul pavimento) o Blake sotto la doccia (e sentire il profumo del suo sapone). So bene che i pareri sono del tutto personali, ma poche autrici mi fanno l’effetto di coinvolgere tutti i miei sensi durante la lettura, ed è per questo che mi piacciono molto i suoi libri.

Questo, però, non è il suo lavoro migliore: benché riesca a parlare di sesso bdsm in maniera naturale e non volgare, privandolo di quella componente proibita che crea scalpore, trovo che la trama si perda sul finale, dove l’autrice rientra nei ranghi più convenzionali del romance, a lei più congeniali. Ho trovato estenuante anche il continuo tira e molla tra i due protagonisti, perché disperde l’attenzione anziché attirarla.

Nonostante non sia il mio genere, sono andata fino in fondo e sono contenta di averlo fatto per aver potuto conoscere un altro aspetto di quest’autrice, che spero ci regali presto un’altra meravigliosa storia, di quelle che fanno gemere e sospirare ma non per le cinghiate…😜

VOTO:

3emezzo

SENSUALITA’:

4

VIOLENZA:

3

VOTO CARTER:

corona4

VOTO ALYSSA:

3,5

RECENSIONE A CURA DI:

Queen

EDITING A CURA DI:

Candy

 

 

“UN BATTITO DI CUORE” DI AA. VV.

47446807_347127712503326_2754444938757275648_n

UN BATTITO DI CUORE CARD.jpg

TITOLO: UN BATTITO DI CUORE

AUTORE: AA. VV.

EDITORE: DARCY EDIZIONI

GENERE: ANTOLOGIA DI RACCONTI

PUBBLICAZIONE: 06 DICEMBRE 2018

AMAZONGOODREADS

Trama

Un libro per fare del bene e per uno scopo importante, l’intero ricavato dell’antologia andrà devoluto a favore dell’AIRC, per la ricerca e prevenzione contro il cancro. Un progetto generoso reso possibile da donne autrici, che vogliono aiutare tutte le altre meno fortunate per dar loro un’arma per poter vincere la loro battaglia più importante.

Nell’antologia si rincorre il tema dell’amore in tutte le sue sfumature, oltre a far del bene, questa raccolta di racconti, darà anche emozioni a chi la vorrà leggere.

Chi ha reso possibile tutto questo? È tempo di fare nomi:
Asia Pichierri, Anisa Gjikhdima, Jane Rose Caruso, Barbara Graneris, Cristina Migliaccio, Chiara Rametta, Giovanna Tufano, Chiara K.Jones, Noemi Di Liberto, Rosanna Fontana, Antonella Maggio, Serena Brucculeri, Luana Arfani.

un battito di cuore CR WEB.jpg

BIOGRAFIA

Giovanna Tufano, lettrice, scrittrice, napoletana. Laureata in Comunicazione d’impresa e programmatrice provetta, fa il suo debutto nel mondo letterario con Un’estate d’amare, scritto con il suo pseudonimo Cindy Fire. Piena di idee, pigra per hobby, prende la vita con un mix di cinismo e humor.

Noemi Di Liberto, ragazza pugliese quasi sedicenne, è nata a Grottaglie il 09/ 10/ 2002 e studia presso il liceo scientifico G. Moscati di Grottaglie. Ha sempre fatto della scrittura e della lettura un modo per esprimersi e per essere se stessa guardando il mondo attraverso una prospettiva diversa, sperando che un giorno questa sua piccola passione potesse diventare a tutti gli effetti un vero e proprio lavoro.

Anisa Gjikdhima, ha iniziato a scrivere racconti sul web ottenendo l’interesse dei lettori per poi pubblicare il primo romanzo Bello ma dannato nel 2016. In seguito ha pubblicato la trilogia Madness con Rizzoli, Moya e la Serie Falco in self Publisher. Ogni storia è una nuova avventura e la parola d’ordine è “sognare”.

Nata nel 2000, Asia Pichierri frequenta il liceo linguistico e, nel tempo libero, si divide tra il suo blog Il libro sulla finestra, che gestisce con delle sue amiche, e il canale YouTube Diario d’A(n)sia. Le sue grandi passioni sono le borse, i libri e l’arte.

Chiara K. Jones è una studentessa universitaria, alla quale, durante il tempo libero, piace leggere e parlare di libri sul blog che gestisce con una sua cara amica.  Qualche anno fa ha voluto sperimentare la scrittura, pubblicando su Wattpad una trilogia che ha superato i 2 milioni di lettori. Alla lettura alterna visioni di serie TV, principalmente fantasy.

Barbara Graneris è nata nel 1994 e vive in un paesino in provincia di Asti. Diplomata al liceo linguistico, lavora come giornalista in un giornale locale e ha da sempre un amore immenso per i libri e la musica ed è una grande tifosa di calcio. La passione per la scrittura rosa è sbocciata dopo la maturità, e dal 2015 ad oggi ha autopubblicato quattro romanzi: Ricomincio da te, E se fosse destino, Amami oltre le paure e Insegnami ad amare.

Jane Rose Caruso è una blogger a 360° ormai da più di dieci anni si occupa del suo Blog “La Fenice Magazine” e ha aperto da poco un Vintage Blog proprio con il suo nome. Vive in un paesino abbarbicato sulle montagne con suo marito, suo figlio e tre cagnolini che la seguono ovunque. Ama viaggiare, leggere e fotografare piccoli dettagli.

Cristina Migliaccio è Ischitana, classe 1991. Cresciuta a pane, cioccolata e libri, motivo per il quale è laureata in Editoria e Pubblicistica. Si è sudata il titolo di Giornalista pubblicista, è appassionata di cinema e serie televisive e collabora con FOX. Ha pubblicato un romanzo, Ti amo, stupido!, per la Butterfly Edizioni e Da grande vorrei fare la scrittrice. Ah, ma sono già grande? Ops!

Classe 2000, Chiara Rametta vive a Catania e frequenta il primo anno della facoltà di scienze della comunicazione. Dal 2016 gestisce il suo blog letterario “Living among the books”, per lei è stato un percorso di grande crescita che l’ha portata ad avvicinarsi al mondo dell’editoria e a confrontarsi e conoscere tantissimi blogger e lettori. Ha pubblicato per Lettere Animate Non giurare sulla luna e Non trovarmi.

Luana Arfani, 36 anni, di Lodi. Scrivere per lei è vitale, come l’aria che respira, la sua materia preferita all’Università era Teorie e Tecniche della Scrittura Creativa. Destreggiandosi per lo più soltanto con le fanfiction da circa mezza vita, questo è il primo racconto originale che pubblica ufficialmente ed è onorata di cominciare partecipando a una causa così nobile.

Rosanna Fontana vive in provincia di Milano, è laureata in Lettere indirizzo storico artistico e lavora come insegnante di scuola primaria.
Ha pubblicato diversi romanzi in self. Con Rizzoli Youfeel ha pubblicato nel 2016 Un amore di segretaria.

Antonella Maggio vive in Puglia. Adora leggere e scrivere, predilige il genere rosa e le storie con tematiche forti. Ha esordito con il suo primo romanzo bestseller in Italia e Germania Profumo d’amore a New York edito Butterfly Edizioni nel 2015. Sempre con la stessa casa editrice ha pubblicato Manchi solo tu, Questo nostro dolce Natale, Sfida d’amore a San Valentino, Regalami un sorriso presto disponibile anche in lingua inglese, Without You e Stocaxxo che ti amo. In self-publishing ha pubblicato diversi racconti per antologie a scopo benefico, Scelta dal destino, Black Jack – Il gioco del perdono con il seguito Chasing Love – Il gioco degli errori richiesto dai lettori e Beyond – sei come il sole; la Serie Rimini acquisita da Rizzoli per la collana digitale Youfeel con i romanzi: La sposa in fuga e Se torni, ti sposo ritornati in self con una raccolta unica Il viaggio di una vita con te. Con Les Flâneurs Edizioni: E se fosse per sempre?. Con la Darcy Edizioni: Traveling love. Scrive a quattro mani con altri autori e con Rujada Atzori ha pubblicato: Un weekend per quattro, Conquistami se ci riesci e Il karma è un gran bastardo.

Serena Brucculeri, nata a Mantova nel 1974, lavora come insegnante alla scuola Primaria. È sposata, ha due figli maschi e un gatto persiano dal pelo arancione, maschio pure lui. È lettrice compulsiva di romanzi rosa e, come ogni donna, fa i salti mortali per cercare di conciliare famiglia e lavoro. Il suo primo romanzo è Alla ricerca di te. Oltre il sentiero del cuore, pubblicato nel mese di giugno dello scorso anno. Il secondo romanzo è Sotto un cielo pieno di stelle, pubblicato in febbraio del corrente anno. Ha partecipato anche all’antologia di beneficenza Ogni giorno è Natale. Per la Darcy Edizioni ha pubblicato il primo volume della serie standalone Never forget, A… come amore.

“L’AMORE CHE MI PORTA A TE” DI CARMEN BRUNI (SERIE LE DISTANZE DELL’AMORE, #1)

L'AMORE CHE MI PORTA A TE CARD.jpg

TITOLO: L’AMORE CHE MI PORTA A TE

AUTORE: CARMEN BRUNI

SERIE: LE DISTANZE DELL’AMORE, #1

EDITORE: AMAZON PUBLISHING

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE

PUBBLICAZIONE: 08 GENNAIO 2019

AMAZONGOODREADS

Trama

Un amore irresistibile può sconfiggere anche l’incubo più spaventoso

Juliette è una ragazza con un atroce segreto, fatto di violenza e dolore. Un mostro l’ha tenuta segregata dentro un lunghissimo incubo, ma ora è finalmente riuscita a scappare. Quando i tre fratelli Astori – proprietari del Paradise Resort di Miami – la trovano coperta di sangue nelle scuderie del loro albergo, decidono di accoglierla e curarla senza pretendere spiegazioni. Leah, la più giovane, aiuta Juliette a ristabilirsi. Cole, il fratello più inquieto, invece non si fida. E poi c’è il bellissimo e misterioso Damian. Anche lui ha un pesante segreto: è stampato sul suo petto, in una serie di orribili e profonde cicatrici, che si estendono fin dentro il suo cuore.
Fra Damian e Juliette nasce subito un’attrazione intensa e irresistibile, che li spinge a cercarsi continuamente e a trovare calore e conforto l’uno nell’altra. Juliette scorge finalmente la speranza di riuscire ad affrontare i propri incubi. Damian trova in Juliette il risveglio dei propri sentimenti.
Due anime tormentate che l’amore renderà capaci di fare i conti con il passato e con quegli oscuri segreti che allungano la propria ombra sul presente.

RECENSIONE: “NEMICI” DI ANNA NICOLETTO (SERIE FRISCO, #2)

nemici-card-reviewles

TITOLO: NEMICI

AUTORE: ANNA NICOLETTO

SERIE: FRISCO, #2

EDITORE: SELF PUBLISHING

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE

PUBBLICAZIONE: 11 DICEMBRE 2018

Trama

Brillante e di una bellezza sfacciata, a ventotto anni Jackson Ward ha appena ottenuto un posto alla San Francisco State come professore associato, si gode la vita e le sue relazioni con le donne durano al massimo qualche notte. Con una sola eccezione: Casey, l’unica quasi-amica che abbia mai avuto, l’unica sfida che non riesce a vincere.
Ventiquattro anni, occhi da Bambi e nessuna grande prospettiva per il futuro, Casey Olson non ha mai eccelso in niente. Nessuno si aspetta che abbia ambizioni maggiori della gestione della lavanderia di famiglia, né che si iscriva di nascosto al college per riscattarsi e trovare la propria strada. Anche se ciò significa entrare a gamba tesa nel territorio del suo miglior nemico – e portare la loro partita decennale su un livello ben più pericoloso.
Perché Jackson è una tentazione rischiosa e Casey sa che cedere significa soccombere alla disfatta.
Ma ogni mossa di lui è un attacco frontale che annienta la distanza tra loro.
Ogni controffensiva di lei è sempre meno efficace.
La partita finale per fare scacco matto e battere il nemico è cominciata.
Ma se la sconfitta, per una volta, fosse migliore della vittoria?

Recensione

“E capii che era inutile professarsi forti, immuni, intoccabili. Era inutile cercare ripari o tregue, perché nella nostra partita non esisteva la Svizzera. Esistevano solo una buona difesa e un buon attacco, un obiettivo e infiniti modi per raggiungerlo. Esisteva solo il rumore della mia desolazione, nel momento in cui mi resi conto che mi stava espugnando senza che ci potessi fare niente.”

Il libro di cui vi parlo oggi è “Nemici” di Anna Nicoletto, il secondo capitolo della Serie Frisco: preparatevi perché il viaggio che vivremo in compagnia di Jackson e Casey sarà straordinariamente piacevole!

Se siete tra quelle persone che non hanno mai letto questa serie, vi consiglio sin da subito di segnarvi questi due titoli: “Vicini” e “Nemici”, due romanzi che sapranno trasportarvi in una San Francisco in cui l’amore sa sbocciare tra battibecchi, incomprensioni e voglia spasmodica di conquistare l’inconquistabile.

Jackson e Casey, sono sempre stati una sfida l’uno per l’altro, amici da una vita, fedeli compagni nelle notti in moto, confidenti anche nelle più disparate situazioni, ma sotto la cenere di un rapporto che parla di amicizia vera si nasconde il più forte e passionale dei sentimenti, ed è proprio con questo che entrambi dovranno combattere, e la disfatta sarà magari più dolce di quanto immaginano.

Se come me avevate già letto il libro precedente, quello in cui Will e Jess erano protagonisti, sono certa che eravate in attesa che il destino di Jackson e Casey si compisse, li abbiamo aspettati, voluti, immaginati e ora, dopo aver assistito al compiersi della loro storia, posso dirvi che mai amore fu più azzeccato del loro.

Jackson Ward, o forse sarebbe meglio chiamarlo Professor Ward, bello come il peccato, intelligente e sfrontato, dotato di un magnetismo che conquista matricole e non, da sempre allergico alle relazioni, con una sola eccezione, la sua “amica” Casey. Lei è la sua kriptonite, è il cuore inarrivabile, lei è tutto ciò che un rapporto d’amicizia può significare, ma sguardo dopo sguardo questa splendida ragazza si trasformerà assolutamente in qualcosa di più. E’ un pensiero fisso che fa battere il cuore costantemente e che genera pensieri proibiti a ogni sfiorarsi. Lei è il suo questionario irrisolto e stavolta il Professor Ward ha tutte le intenzioni di essere promosso a pieni voti.

“Casey era l’equivalente di un temporale improvviso sulla moto: impegnativo, sofferto, però anche indimenticabile. Con lei era tutto amplificato, distorto. E allora io smisi di cercare di capire. Chiusi gli occhi e mi arresi al modo in cui mi teneva crudelmente in sospeso. In suo potere.”

Casey Olson, bella e sfrontata, con una corazza spessa che le protegge il cuore dagli attacchi impetuosi che solo un ragazzo sfacciato e sensibile sa sferrare. Costretta a crescere in fretta e per la maggior parte del tempo sola, è legata a doppio filo a un’amicizia unica e speciale con Will e Jackson, è cresciuta con loro, conosce ogni loro difetto e ogni loro pregio, e dopo tutti quegli anni trascorsi a rincorrersi ecco che prepotentemente quello che un giro in moto poteva rappresentare nella sua semplicità, diventa un appuntamento fisso e irrinunciabile che segna il cammino che conduce dritto dritto tra le braccia di Jackson e da quella stretta sarà difficilissimo sfuggire.

“Non avrei mai trovato nessuno capace di farmi sentire come quando ero con lui. Jackson mi scomponeva e mi ricomponeva. Mi faceva sentire amata senza nemmeno farlo.”

Quello che la Nicoletto ci presenta è una storia d’amore che passa attraverso un legame profondo, che ha radici in anni lontani, che con il tempo è cresciuto e si è trasformato in attrazione e bisogno di spingersi oltre la complicità legata all’amicizia. Casey e Jackson non fanno altro che avvicinarsi e allontanarsi in una strategia che sembra costruita a tavolino e invece è il sintomo chiaro che tra loro niente è semplice come può apparire.

Il loro rincorrersi sarà per voi motivo di più di un sospiro, nel momento in cui preda dell’attrazione, e a volte anche della gelosia, decideranno di cedere ai loro istinti, ogni istante che li vedrà vicini sarà assolutamente perfetto. Il loro cercarsi, prendersi e perdersi l’uno nell’altra è così egregiamente studiato che vi sembrerà di vivere davvero ogni emozione. La caparbietà di Jackson nel cercare di coinvolgere e stringere Casey andrà in collisione spesso con il bisogno di quest’ultima di proteggere il suo cuore, da quel ragazzo che da troppo tempo anima i suoi sogni.

Il loro amore sarà spumeggiante, e mai scontato, ogni emozione che vivranno sarà calibrata in maniera autentica con la storia che vivono. Passo dopo passo vedrete una risoluta Casey sciogliersi davanti alle attenzioni di quel Professore che all’attrazione inconsapevolmente sostituirà un sentimento che non sarà così semplice da accettare e tanto meno da proteggere.

“Le labbra di Jackson erano morbide e sapevano di caffè. Erano una calamita per la mia bussola disorientata. Il campo magnetico che interferiva scombinando ogni riferimento.”

E’ stato divertente ritrovare tutti gli amici già conosciuti, e anche i nuovi personaggi hanno un loro perché, rendendo questo libro un’autentica perla che ti coinvolge tra risate, sospiri e sorrisi, trascinandoti in una realtà che fa sperare di poter tornare presto ancora una volta a Frisco.

Una menzione particolare voglio farla per l’epilogo, così originale e divertente che avrei voluto non finisse mai, in perfetta linea con questo romanzo. Quello che leggerete nelle battute finali sarà la degna conclusione di una storia che regala emozioni e che lascia nel cuore la speranza che l’amore a volte si nasconde sotto nobili sentimenti per poi uscire allo scoperto quando meno te lo aspetti e regalarti la certezza che chi hai davanti è esattamente la persona giusta cui affidare il tuo cuore e con esso tutta la tua vita.

Quindi, care Dreamers, in conclusione voglio dirvi che vi consiglio “Nemici” di Anna Nicoletto, perché so per certo che troverete tra le sue pagine tutto quello che un bel romanzo può donarvi, senza se e senza ma.

Buona lettura!!!

VOTO:

5

SENSUALITA’:

3emezzo

VOTO JACKSON:

corona5

VOTO CASEY:

5

RECENSIONE A CURA DI:

Rebirth

EDITING A CURA DI:

Candy

 

 

“LE CONFESSIONI DI EMMA” DI LAURA PELLEGRINI

LE CONFESSIONI DI EMMA CARD.jpg

TITOLO: LE CONFESSIONI DI EMMA

AUTORE: LAURA PELLEGRINI

EDITORE: SELF PUBLISHING

GENERE: ROMANCE EROTICO

PUBBLICAZIONE: 07 GENNAIO 2019

AMAZON – GOODREADS

Trama

Sullo sfondo di una Positano che si affaccia su di un mare cristallino, le note struggenti di un tango argentino si librano nell’aria. È notte. L’insegna di un locale brilla nell’oscurità calda dell’estate, mentre il sapore del rum e della cioccolata fondente si mescolano ai profumi di una terra rigogliosa. Un bacio rubato di nascosto in un vicolo, un braccio stretto attorno alla vita, un abito rosso che si allarga morbido sulle gambe. Tra le note struggenti dei violini e della fisarmonica, passioni e desideri prendono vita in un tango dei sensi e dell’anima che travolge e infiamma, che imbriglia e cattura, fino all’ultimo respiro, fino all’ultimo sì.
Emma e Yago, la storia di due sconosciuti. Di un viaggio. Di un amore impossibile.

«Che fai?» balbettai. Prese la rosa ancora sul tavolo e me la mise tra i capelli.
«Ti faccio ballare» rispose.
«Io… Io non so…» Ma non ebbi il tempo di dirgli nulla. Mi ritrovai al centro della pista, con la mano destra nella sua, il suo braccio stretto attorno a me, il seno che si appoggiava al suo petto. E poi il suo viso, con i lineamenti marcati e spigolosi, così vicino e la bocca… Dio, la bocca. 
Sfiorò la mia guancia con quelle labbra perfette e sensuali e poi rimase lì, appoggiato a me mentre muoveva i primi passi.
«Ti porto io» disse. «Lasciati andare.»

Dall’autrice di Darkness Within e Prima che faccia buio, Le confessioni di Emma.

Sono presenti scene esplicite di sesso.

REVIEW TOUR: “WITHOUT YOU” DI VERONICA SCALMAZZI

rp-veronica-scalmazzi-without-you

without-you-card-reviewles

TITOLO: WITHOUT YOU

AUTORE: VERONICA SCALMAZZI

EDITORE: SELF PUBLISHING

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE

PUBBLICAZIONE: 20 DICEMBRE 2018

Trama

Due bambini abbandonati.

Una vita da “non voluti”.
Una dispensa e un barattolo di miele.
Una promessa.
Un addio.
Questo è tutto ciò che lega Jase alla sua Honey.
Lei è la sua stella cadente.
Lui è il suo Superman.
Insieme sono una famiglia.
Separati sono l’uno la parte mancante dell’altra.
Ma cosa succede quando a spezzare quel legame indissolubile è proprio chi aveva promesso di restarti accanto per sempre?
All’improvviso, Jase si ritrova nuovamente abbandonato, sballottato da una famiglia all’altra.
Nessuna radice, nessun posto dove sentirsi a casa. Solo rabbia e un odio che si porta dentro da quando aveva dieci anni. Da quando lei se n’è andata lasciando Monterey e l’istituto S. Joseph senza di lui.
Da allora sono passati undici anni e Jase è sopravvissuto, vivendo di piccoli crimini e scelte sbagliate. Ma non c’è più tempo per commettere altri errori, ora è tempo di prendere una decisione che potrebbe cambiare per sempre la sua vita.
Un incontro sotto la pioggia.
Uno sguardo che scava nel profondo.
Una seconda chance.
Un’emozione che profuma di cocco.
Un solo nome: Sarah Morgan, figlia del Reverendo di Carmel.
Può l’amore salvarti? Restituirti un domani che credevi ormai perso?
Due anime affini.
Un passato che minaccia di distruggere tutto.
Un destino che non ha ancora finito di giocare.

Recensione

“Esistono anime che sono semplicemente destinate ad appartenersi per sempre, perché ciò che le lega va oltre l’infinito e lo spazio, nutrendosi di un’attesa che viaggia nel tempo. Percorre giorni, mesi, anni… Sopravvive di ricordi e aspetta. Aspetta il ritorno di quell’emozione che non può essere dimenticata. Un’emozione che saprà sempre ritrovare la via di casa.”

Il libro di cui vi parlo oggi è “Without You” di Veronica Scalmazzi, un romanzo di una dolcezza e di una potenza di sentimenti infinita.

Già leggendo la trama si percepisce quante cose ha da raccontare la storia di Jase e Sarah, quanto importante potrà essere un’amicizia che nasce tra le pareti di un istituto dove costruirsi una fortezza interiore, è necessario per non farsi schiacciare dalla tristezza, e se puoi contare su un amico fidato che diventa in un attimo tutto il tuo mondo, di certo, l’amore che nascerà, sarà di quelli che non potrai dimenticare.

Jase McBride, così perso in un mondo che l’ha visto solo per troppo tempo, devastato da un odio verso l’unica persona a cui aveva creduto. Lui che non riesce a riemergere da quella vita che l’ha intrappolato e lo sta lentamente annientando, si ritrova tra le mani la possibilità di essere diverso, di prendere una strada diversa, quello che non si aspetta è che gli occhi che per tanto tempo ha odiato ricordare saranno gli stessi che sarà costretto a guardare solo per amarli di nuovo.

«Non giocare con me, Sarah» sibilo sul punto di baciarla. «Bruceresti all’Inferno.» «Ci sono già, esattamente da quando mi hai detto che per te non esisto più, che sono morta.»

Sarah Morgan è l’emblema del destino che dopo una brutta mano ti sorride, abbracciata da due genitori adottivi amorevoli, vive la sua vita a metà, con la consapevolezza che nonostante i sorrisi a quel suo mondo così perfetto manca sempre un pezzo. Il suo cuore da sempre diviso a metà, quella metà importante che appartiene a un bambino oramai quasi uomo che vive nel suo passato e tra i suoi ricordi. Niente è cambiato, ogni attimo condiviso è nitido nella sua mente e nel suo cuore, e nel momento esatto in cui il destino lo riporterà nella sua vita, saprà che per essere felice davvero ogni Honey ha bisogno del suo Superman.

“Nelle sue braccia c’è il mio respiro, la metà del mio cuore, quel battito che gli appartiene da sempre e che sempre gli apparterrà.”

La storia di Jase e Sarah è di una dolcezza infinita, la Scalmazzi ci permette di vederli attraverso gli occhi del passato e del presente, in una danza che non fa altro che amplificare la bellezza di questa storia. Un amore il loro, che nasce come protezione, come legame tra gli ultimi, come bisogno di tenersi per mano nella tempesta, per poi trasformarsi in un sentimento profondo che li lega da sempre destinato a divenire, non senza ostacoli il loro per sempre.

L’amore che vivremo è quello che ha basi nel passato più lontano, nell’ingenuità, dove condividere un barattolo di miele, ti rende un supereroe per la vita, ma il passare del tempo ci insegnerà che se due persone sono fatte per stare insieme la loro strada è destinata a incontrarsi ancora.

Jase e Sarah vivranno emozioni e sensazioni perfettamente calibrate alla loro età, un sentimento potente che spazza via tutto e rende immortale un legame come importante. Sarà entusiasmante vederli cercare di frenare alcuni istinti così naturali, si studieranno prima di attaccarsi, nella loro splendida “Guerra dell’amore” dove non ci sono vinti né tantomeno vincitori, ma ci sono solo due anime destinate a essere l’uno l’incastro perfetto dell’altro.

«… Non ti lascio cadere e non smetterò mai di cercarti. Il destino ha finito di giocare a nascondino con noi.» «E se fossi io a dover cercare te?» «Il tuo cuore ti dirà dove trovarmi.»

La Scalmazzi da il via in questo romanzo a una storia parallela, di cui ci parlerà in futuro e che sono certa stuzzicherà anche la vostra immaginazione. Un amore “proibito” che ha bisogno di essere raccontato e a noi non resta altro che aspettare e sperare che l’attesa non sia troppo lunga, visto che le premesse per un’altra bella storia ci sono già tutte.

Insomma, care Dreamers se siete alla ricerca di un romanzo che incameri in se tanta dolcezza, coraggio, voglia di vivere e di amarsi nonostante il destino avverso, Jase e Sarah sono i personaggi che vi consiglio assolutamente di conoscere, perché sono certa riusciranno a riscaldare anche il vostro più freddo inverno!!

Buona lettura!

VOTO:

5

SENSUALITA’:

3emezzo

VOTO JASE:

corona4,5

VOTO SARAH:

4,5

RECENSIONE A CURA DI:

Rebirth

EDITING A CURA DI:

Candy

 

rp veronica blog